Chiesa di Sant'Andrea (Nago-Torbole)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Andrea
Torbole sul Garda, chiesa di Sant'Andrea 01.jpg
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige
LocalitàTorbole (Nago-Torbole)
IndirizzoVia della Chiesa
Coordinate45°52′09.48″N 10°52′39.11″E / 45.8693°N 10.87753°E45.8693; 10.87753
Religionecattolica di rito romano
Titolaresant'Andrea
Arcidiocesi Trento
Consacrazione1893
Inizio costruzioneXII secolo
Completamento1922

La chiesa di Sant'Andrea è la parrocchiale di Torbole, frazione-capoluogo del comune sparso di Nago-Torbole, in Trentino. Rientra nella zona pastorale di Riva e Ledro dell'arcidiocesi di Trento e risale al XII secolo.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Vista della chiesa con la zona circostante
Interno
Presbiterio con mensa al popolo posta dopo l'adeguamento liturgico.

La prima citazione su un documento della chiesa a Torbole risale alla metà circa del XII secolo, e in quel momento era descritta come una sempice cappella. Fu nuovamente ricordata nel 1175 e nel 1183. In quest'ultimo caso la cappella venne descritta come sussidiaria dell'abbazia di San Lorenzo a Trento. Nel 1425, soppressa l'abbazia, venne posta alle dipendenze dirette della prepositura della cattedrale di San Vigilio.[1][2]

Tra il 1450 e il 1497, mentre il territorio era sotto il dominio della Repubblica di Venezia dopo la memorabile impresa nota come Galeas per montes, l'edificio fu ampliato e poi, nel 1512, venne dotato di un altare laterale dedicato a Sant'Antonio. Nel 1666 la chiesa fu ulteriormente ampliata con una nuova abside e l'erezione della torre campanaria su progetto di Antonio Caminada. Fu oggetto di interventi di ammodernamento tra il 1674 e il 1675. Con l'arrivo delle truppe francesi, nel 1703, subì vari danni e fu necessario il suo restauro, nel 1707. La chiesa venne elevata a dignità curaziale nel 1741, dipendente dalla chiesa di San Vigilio, la pieve di Nago. Nella seconda metà del XVIII secolo fu sopraelevata la torre campanaria e fu eretta una nuova facciata.[1]

Venne restaurata con un intervento importante nel 1890 e quindi venne consacrata il 12 settembre 1893 dal vescovo di Trento Giovanni Nepomuceno de Tschiderer. Durante la prima guerra mondiale l'edificio venne gravemente danneggiato e nel primo dopoguerra venne quasi completamente ricostruito. Venne elevata a dignità parrocchiale nel 1920. il terremoto del Friuli del 1976 fece sentire i suoi effetto anche in questa parte del Trentino e la chiesa ne subì vari danni. Fu oggetto di un completo restauro tra il 1997 e il 1998. [1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di culto, che mostra orientamento verso sud-est, si trova in posizione elevata e affacciata sul lago di Garda. La facciata è caratterizzata da quattro paraste con capitello corinzio che reggono il frontone mistilineo. Il portale di accesso è architravato e spora, in asse, si trova una finestra cieca. La torre campanaria si trova in posizione arretrata sul lato sinistro.[1]

Interni[modifica | modifica wikitesto]

La sala è ripartitata in tre navate. La parte presbiteriale, che è stata adeguata alle indicazioni liturgiche conciliari, è leggermente rialzata.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Chiesa di Sant′Andrea <Torbole sul Garda, Nago-Torbole>, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 9 ottobre 2021.
  2. ^ a b Gorfer Trentino occidentale, p. 324.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]