Chiesa di San Pietro (Pergolato)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Pietro
Chiesa di s. pietro pergolato.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàPergolato, comune di San Casciano in Val di Pesa
ReligioneCattolica
TitolarePietro apostolo
Arcidiocesi Firenze
Consacrazioneesistente già nell'XI secolo
Stile architettonicoRomanico - barocco

Coordinate: 43°36′25″N 11°10′43.83″E / 43.606944°N 11.178842°E43.606944; 11.178842

La chiesa di San Pietro è un edificio sacro situato in località Pergolato nel comune di San Casciano in Val di Pesa, in provincia di Firenze, diocesi della medesima città.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La più antica notizia su questo edificio risale al 1139. In quell'anno risulta una donazione verso la chiesa da parte di un certo Rodolfo di Giovanni di Garullo abitante nel popolo di San Pietro a Pergolato.

Fu un antico patronato dei Buondelmonti. È citata nel Libro di Montaperti, dove risulta che il popolo si impegna a pagare alla città di Firenze sei staia di grano. Nella decima del 1276 risulta tassata per tre lire e dodici soldi mentre in quella del 1302 la tassa scende a una lira e sedici soldi. Nel 1568 venne visitata dal Vescovo di Firenze e in quell'occasione venne stesa una relazione dalla quale risulta che la chiesa era crollata l'anno precedente ma che era già stata ricostruita dal rettore Mariotto di Giovanni Silvestri, che nel 1570 venne giustiziato per gravi crimini.

Nel 1633 la chiesa era nuovamente in rovina ma in seguito venne nuovamente restaurata tanto che nel 1793 venne elevata a prioria. Fu nuovamente ricostruita nel 1928 e nel 1986 è stata soppressa.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa, posta nei pressi del Castello di Pergolato, presenta una semplice facciata in bozze di arenaria.

Internamente è a pianta rettangolare, con due cappelle laterali. Sopra la porta d'ingresso è posto lo stemma dei Buondelmonti. I quadri un tempo custoditi all'interno oggi sono conservati presso il Museo d'arte sacra di San Casciano in Val di Pesa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Paoli, Il Libro di Montaperti (MCCLX), Firenze, Viesseux, 1889.
  • Guido Carocci, Il Comune di San Casciano Val di Pesa, Firenze, Tipografia Minori corrigendi, 1892.
  • Torquato Guarducci, Guida Illustrata della Valdipesa, San Casciano in Val di Pesa, Fratelli Stianti editori, 1904.
  • Pietro Guidi, Rationes Decimarum Italiae. Tuscia. Le decime degli anni 1274-1280, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1932.
  • Pietro Guidi, Martino Giusti, Rationes Decimarum Italiae. Tuscia. Le decime degli anni 1295-1304, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1942.
  • Vittorio Cirri, Giulio Villani, La Chiesa Fiorentina. Storia Arte Vita pastorale, Firenze, LEF, 1993.
  • Italo Moretti, Vieri Favini, Aldo Favini, San Casciano, Firenze, Loggia De' Lanzi, 1994, ISBN 978-88-8105-010-9.
  • Italo Moretti, La Valdipesa dal Medioevo a Oggi, Firenze, Edizioni Polistampa, 1997.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]