Charmarite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Charmarite-2H)
Charmarite
Classificazione Strunz (ed. 10) 5.DA.40
Formula chimica Mn2+4Al2(CO3)(OH)12·3(H2O)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino dimetrico
Sistema cristallino esagonale (politipo 2H)
trigonale (politipo 3T)
Classe di simmetria trapezoedrale
Parametri di cella a=10,985, c=15,1, Z=4, V=1578,00 (politipo 2H)
a=10,9885, c=22,63, Z=6, V=2366,42 (politipo 3T)
Gruppo puntuale 6 2 2 (politipo 2H)
3 2 (politipo 3T)
Gruppo spaziale P 6322 (politipo 2H)
P 3112 (politipo 3T)
Proprietà fisiche
Densità 2,5 g/cm³
Durezza (Mohs) 2
Sfaldatura  
Frattura  
Colore arancio brunastro, marrone pallido, blu pallido, incolore
Lucentezza vitrea
Opacità trasparente;
Striscio  
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La charmarite è un minerale. Precedentemente erano state definite come specie a sé stanti i due politipi charmarite-2H e charmarite-3T

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dai mineralogisti amatori statunitensi Charles (char) (1917-2003)[1] e Marcelle Weber (mar) (1918-2003)[2] che scoprirono il minerale.[3]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La charmarite si presenta sotto forma di cristalli tabulari

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La charmarite si trova nelle cavità di silicati e carbonati e nella sienite nefelinica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cenni biografici di Charles Weber
  2. ^ cenni biografici di Marcelle Weber
  3. ^ Robert F. Martin, William H. Blackburn, Encyclopedia of mineral names: first update (PDF), in The Canadian Mineralogist,, vol. 37, 1999, pp. 1045-1078. URL consultato il 1º marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia