Jamborite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jamborite
Jamborite-157370.jpg
Classificazione StrunzIV/F.04-10
Formula chimica(Ni2+,Ni3+,Fe)(OH)2(OH,S,(H2O))
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallinoesagonale
Gruppo puntualeHex
Gruppo spazialesconosciuto
Proprietà fisiche
Densità2,67 g/cm³
Durezza (Mohs)1;
Coloreverde
Lucentezzasericea
Opacitàdiafana
Diffusioneraro
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La jamborite è un minerale di scoperta relativamente recente[1] rinvenuto la prima volta a Cà de' Ladri, presso Riola di Vergato (Bologna), anche se in precedenza[2], nella stessa località, era stata notata come una patina verde ricoprente la millerite.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Nel bolognese si presenta come alterazione (pseudomorfosi) della millerite della quale, talvolta, conserva un nucleo centrale inalterato.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Nel bolognese si può rinvenire in esili ciuffetti verdi, fragilissimi, nelle cavità di una idrotermalite, talora associata a quarzo o calcite.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ N. Morandi, G. Dal Rio, 1973
  2. ^ Bombicci, 1871 e Jervis, 1873 loc.1286

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Dal Rio. Nuovi minerali del bolognese. Natura e Montagna, n.2-3 settembre 1979
  • N. Morandi and G. Dal Rio (1973). Jamborite: A New Nickel Hydroxide Mineral from the Northern Apennines, Italy. American Mineralogist, vol.58, p. 835
  • Luigi Bombicci (1871). Studi sui minerali del bolognese. Memorie R. Acc. Sc. Ist. di Bologna, vol. XXVI, p. 141

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Webmin, su webmineral.com.
Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia