Charles-Antoine Leclerc de La Bruère

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Charles-Antoine Leclerc de La Bruère (Crépy-en-Valois, 1714Roma, 18 settembre 1754) è stato un drammaturgo e storico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È conosciuto soprattutto come autore del libretto della tragedia lirica Dardanus di Jean-Philippe Rameau. Questo è stato generalmente considerato uno dei suoi libretti peggiori. Vi sono amalgamati elementi mitologici e reminiscenze dell'epica del Rinascimento italiano in un'azione di consumata improbabilità. Dovette essere modificato più volte per contrastare le numerose critiche.

Con Louis Fuzelier (altro librettista di Rameau), fu, dal novembre 1744 al giugno 1748, condirettore del Mercure de France per nomina reale.

Nel 1749, si recò a Roma come segretario di ambasciata presso il duca di Nivernais.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cardinal Georges Grente (dir.), Dictionnaire des lettres françaises. Le XVIII siècle, nouvelle édition revue et mise à jour sous la direction de François Moureau, Parigi, Fayard, 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel 1784, il libretto venne snellito da Nicolas-François Guillard e musicato da Antonio Sacchini.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79845492 · ISNI (EN0000 0001 1679 1474 · LCCN (ENn82129348 · GND (DE134901894 · BNF (FRcb119115507 (data) · CERL cnp01282804 · WorldCat Identities (ENn82-129348