Cesare Paribelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cesare Paribelli (Albosaggia, 1763Milano, 1847) è stato un patriota italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di famiglia aristocratica, dopo aver studiato a Vienna e prestato per qualche tempo servizio in Sicilia presso il viceré di Ferdinando, Francesco d'Aquino, principe di Caramanico, nel 1791 entrò come ufficiale nell'esercito napoletano. Alla fine del 1792 fu uno dei napoletani che incontrarono l'ammiraglio francese Latouche-Tréville e che, a causa di questi incontri, furono perseguitati da Ferdinando IV di Napoli; arrestato a Napoli nel 1793, fu uno degli imputati nel processo del 1795 contro i giacobini.

Tornato in libertà il 23 gennaio 1799 (4 piovoso del nuovo calendario) con l'arrivo a Napoli delle truppe di Championnet, fece parte del governo provvisorio della Repubblica Napoletana presieduto da Carlo Lauberg. Per conto della Repubblica, nel tentativo di evitare il richiamo delle truppe francesi, venne inviato in qualità di ambasciatore a Parigi. Deluso dalla svolta autoritaria francese della fine del XVIII secolo, aderì alla "Società dei Raggi" al pari di Giuseppe Lahoz e Giovanni Fantoni. Dopo la Restaurazione (1815), pur conservando il grado di colonnello, non ebbe più funzioni di rilievo.

Fu traduttore dal francese del saggio di Étienne de La Boétie "Della schiavitù volontaria"[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Étienne de La Boétie, Discorso di Stefano della Boetia della servitù volontaria o Il contra Uno, Tradotto nell'italiano idioma. In Napoli, anno settimo repubblicano (1799)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Benedetto Croce (a cura di), La rivoluzione napoletana del 1799, illustrata con ritratti, vedute, autografi ed altri documenti figurativi e grafici del tempo : albo pubblicato nella ricorrenza del I centenario della Repubblica napoletana. Napoli : Morano e Figli, 1899, pp. 325–383
  • Nicola Panichi, Plutarchus redivivus? : La Boétie e i suoi interpreti, seguìto da "Discorso di Stefano della Boetie Della schiavitù volontaria o il Contra Uno, tradotto nell'italiano idioma da Cesare Paribelli in Napoli, Anno Settimo Repubblicano". Napoli: Vivarium, 1999, ISBN 8885239307, ISBN 9788885239302
  • Cesare Paribelli, Indirizzo ai francesi per la proclamazione della Repubblica italica (1799), a cura di Lauro Rossi. Napoli: La città del sole, 1999
  • Paolo Conte, Cesare Paribelli. Un giacobino d'Italia (1763-1847), Milano: Guerini e Associati, 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 6885 0176 · LCCN (ENno2009129172 · GND (DE121754286 · CERL cnp01092223 · WorldCat Identities (ENno2009-129172