Cervus elaphus hanglu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cervo del Kashmir
Cervus elaphus00.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Sottordine Ruminantia
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Cervinae
Genere Cervus
Specie C. elaphus
Sottospecie C. e. hanglu
Nomenclatura trinomiale
Cervus elaphus hanglu
Wagner, 1844
Areale

Il cervo del Kashmir (Cervus elaphus hanglu), detto anche hangul, è una sottospecie di cervo rosso originaria dell'India settentrionale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo cervo ha una macchia dorsale chiara attorno alla coda. Il colore del mantello è bruno con i peli chiazzati di bianco. La faccia interna delle anche è ricoperta da una zona bianco grigiastra che si prolunga in una linea dello stesso colore sul lato interno delle cosce; la parte superiore della coda è nera. Entrambi i palchi sono formati da cinque punte. Il ramo principale è notevolmente incurvato all'interno, mentre le punte brow (la prima) e bez (la seconda) sono solitamente molto vicine l'una all'altra e sono situate proprio sopra al nodo di partenza.

Distribuzione ed ecologia[modifica | modifica wikitesto]

Questo cervo vive in gruppi composti da due a 18 esemplari nelle folte foreste rivierasche, nelle alte vallate e sui monti della valle del Kashmir e del Chamba settentrionale, nell'Himachal Pradesh. Nel Kashmir si può trovare nel parco nazionale di Dachigam ad altitudini di 3035 metri.

Minacce e conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi del XX secolo c'erano circa 5000 cervi di questa sottospecie. Sfortunatamente questi cervi sono stati minacciati dalla distruzione dell'habitat, dal sovrappascolo causato dal bestiame e dal bracconaggio. Nel 1970 il loro numero scese a meno di 150. Comunque, lo stato di Jammu e Kashmir, insieme alla IUCN e al WWF, prepararono un progetto per la protezione di questi animali. Questo divenne noto come Progetto Hangul ed ottenne grandi risultati, tanto che già nel 1980 il loro numero era già risalito a più di 340 esemplari.

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi