Caterina Belgica di Nassau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caterina Belgica di Nassau
Portrait of a Woman, Jan Anthonisz. van Ravesteyn (1617).jpg
Contessa di Hanau-Münzenberg
Nascita Anversa, 31 luglio 1578
Morte Hanau, 12 aprile 1648
Casa reale Casato di Nassau
Padre Gugliemo I d'Orange "Il Taciturno"
Madre Carlotta di Borbone-Montpensier
Consorte Filippo Luigi II, conte di Hanau-Münzenberg

Caterina Belgica di Nassau (Anversa, 31 luglio 1578Hanau, 12 aprile 1648) fu una principessa di Orange e contessa consorte di Hanau-Münzenberg.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia di Guglielmo I d'Orange, e della sua terza moglie, Carlotta di Borbone-Montpensier.

Dopo che suo padre fu assassinato nel 1584, sua zia Caterina la portò ad Arnstadt, mentre la maggior parte delle sue sorelle furono cresciute da Louise de Coligny. Sua sorella maggiore Luisa Giuliana avrebbe in seguito criticato l'educazione luterana di Caterina[1].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1596 sposò a Dillenburg Filippo Luigi II di Hanau-Münzenberg. Ebbero dieci figli:

Dopo la morte del marito nel 1612 divenne reggente per conto del figlio Filippo Maurizio.

Quando l'imperatore Ferdinando II d'Asburgo chiese di poter passare attraverso l'Hanau lei rifiutò. I suoi territori vennero allora invasi dalle truppe imperiali nel 1621. Nel 1626 suo figlio assunse le redini del governo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Els Kloek, 1001 Vrouwen uit de Nederlandse Geschiedenis, Vantilt, 2013, p. 272.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72577755 · GND (DE133288463 · CERL cnp01125907 · WorldCat Identities (EN72577755