Castello di Sambuca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Sambuca
frazione
Castello di Sambuca – Stemma
Castello di Sambuca – Veduta
Panorama del Castello di Sambuca
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pistoia-Stemma.png Pistoia
ComuneStemma-pic.gif Sambuca Pistoiese
Territorio
Coordinate44°06′20.3″N 10°59′42.4″E / 44.105639°N 10.995111°E44.105639; 10.995111 (Castello di Sambuca)Coordinate: 44°06′20.3″N 10°59′42.4″E / 44.105639°N 10.995111°E44.105639; 10.995111 (Castello di Sambuca)
Altitudine736 m s.l.m.
Abitanti5 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale51020
Fuso orarioUTC+1
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantisambucani, castellani, sambugani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castello di Sambuca
Castello di Sambuca

«(...) dei grattacieli il bosco
città di feci e strade,
urla, Castello e...»

(Francesco Guccini, Amerigo, 1978)

Castello di Sambuca (o Castello della Sambuca) è una frazione del comune italiano di Sambuca Pistoiese, nella provincia di Pistoia, in Toscana.

Il borgo dà la denominazione all'intero comune, anche se la sede amministrativa è posta nella frazione di Taviano.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È situata a nord-est del capoluogo provinciale ad una quota di 736 m s.l.m., circa 200 m più in alto del centro abitato ospitante il municipio. È inserita nell'Alto Reno, nella Valle del Limentra Occidentale in ampie selve di castagni, essenze miste di latifoglie e Conifere. Il suo nome è dovuto dalla folta presenza di piante Sambuco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antico feudo fu più volte conteso (nei periodi di governo sia vescovile che laico) con Bologna e la vicina antica Signoria di Stagno, per questo la transizione dal vescovado al governo comunale pistoiese avvenne in maniera naturale viste le guarnigioni militari cittadine chieste dal rappresentante ecclesiastico. Il castello nel 1291 si diede uno statuto, il più antico del contado pistoiese. Un tempo interamente cinta da mura con soli due ingressi: la Porta Pistoiese e la Porta Bolognese. Era posta a guardia della via Francesca della Collina (variante della Francigena) che metteva in comunicazione la Valle del Reno e la Valpadana con il bacino tirrenico, prima ancora di Lucca, scansando le zone occupate dal bacino dell'odierno Padule di Fucecchio il quale arrivava a lambire i territori della città di Pistoia (vedi i toponimi come San Bartolomeo in Pantano)

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana

Note[modifica | modifica wikitesto]