Casotto (torrente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casotto
Casotto a pamparato.jpg
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Lunghezza23,8 km[1]
Portata media3,03 m³/s[2]
Bacino idrografico77,37 km²[1]
Altitudine sorgente1 500 m s.l.m.[3]
NasceBric Mindino
SfociaCorsaglia
44°21′26.42″N 7°54′09.25″E / 44.35734°N 7.90257°E44.35734; 7.90257Coordinate: 44°21′26.42″N 7°54′09.25″E / 44.35734°N 7.90257°E44.35734; 7.90257
Mappa del fiume

Il Casotto è un torrente del Piemonte che scorre in provincia di Cuneo; bagna l'omonima Val Casotto ed è tributario in destra orografica del Torrente Corsaglia.

Corso del torrente[modifica | modifica wikitesto]

La confluenza nel Corsaglia

Il torrente nasce dalla confluenza di tre rami sorgentizi: il Rio Secco e il Canale del Roccassone, che raccolgono le acque che scendono dal Monte Mussiglione (1945 m) e il Rio Crosa, che nasce al Pian dell'Accampamento, sulle pendici sud-occidentali del Bric Mindino. Poco a nord del borgo di Valcasotto (fraz. di Pamparato) riceve da sinistra il Rio di Valcalda; scendendo verso nord sfiora quindi il capoluogo di Pamparato e riceve poi, questa volta da destra, l'apporto del Rio Castorello. La vallata prosegue ancora verso nord stretta e con un fondovalle pressoché disabitato fino a Tetti Casotto, dove si allarga e piega decisamente a nord-ovest. La confluenza nel Corsaglia avviene a 454 m di quota al Ponte della Cava, appena a nord dell'abitato di Torre Mondovì.[3]

Affluenti principali[modifica | modifica wikitesto]

In destra orografica:

  • Rio Castorello: nasce a nord di Piano Stope (1738 m) e, dopo aver formato un marcato vallone che separa gli abitati di Viola e di Pamparato, confluisce nel Casotto attorno a quota 700.

In sinistra orografica:

  • Rio di Valcalda: raccoglie le acque dell'ampia conca compresa tra i monti Grosso, Antoroto e Baussetti e termina nel Torrente Casotto nei pressi della borgata di Valcasotto a circa 1000 metri di quota;
  • Ritano di Tagliante: scende dalla Cima Robert (1819 m) e con un percorso breve e ripido va a terminare nel Casotto appena valle della confluenza in quest'ultimo del Rio di Valcalda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b AA.VV., Elaborato I.c/5 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 20 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2012).
  2. ^ AA.VV., Elaborato I.c/7 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 20 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ a b Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte