Bric Mindino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bric Mindino
Mindino da monte berlino.jpg
La montagna vista dal Monte Berlino
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaCuneo Cuneo
Altezza1 879 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate44°14′10.29″N 7°57′16.16″E / 44.236191°N 7.954488°E44.236191; 7.954488Coordinate: 44°14′10.29″N 7°57′16.16″E / 44.236191°N 7.954488°E44.236191; 7.954488
Altri nomi e significatiMonte Mindino
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Bric Mindino
Bric Mindino
Mappa di localizzazione: Alpi
Bric Mindino
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Liguri
SottosezioneAlpi del Marguareis
SupergruppoCatena Marguareis-Mongioie
GruppoGruppo Pizzo d'Ormea-Monte Antoroto
SottogruppoSottogruppo del Bric Mindino
CodiceI/A-1.II-B.5.c

Il Bric Mindino è una vetta delle Alpi Liguri alta 1.879 m s.l.m.; amministrativamente appartiene al comune di Garessio (CN) ed è situata alla convergenza tra Val Tanaro, Val Corsaglia e Valle Mongia.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La grande croce di vetta

La montagna sorge isolata a nord-est della Colla di Casotto; sulla sua cima il bacino idrografico del Tanaro converge con quelli dei torrenti Mongia e Corsaglia. La zona è caratterizzata da rilievi piuttosto arrotondati e con pendenze non molto pronunciate; dalla cima della montagna si origina in direzione nord il lungo costolone che divide la Val Corsaglia dalla Val Mongia e che perde poi bruscamente quota a nord di Piano Stopè (1.738 m s.l.m.).[1]

In questa zona negli anni settanta del Novecento furono realizzati gli impianti sciistici di Saint Grée.

Sul versante occidentale del Bric Mindino nasce il Torrente Casotto mentre dalle sue pendici settentrionali prende origine il Mongia.

La montagna è raggiunta da una stradina sterrata che la collega con la Colla di Casotto.[1] Sul punto culminante sorge una monumentale croce alta ben 25 metri costruita in metallo, vetro e cemento e dotata di un potente impianto di illuminazione. Tale croce venne inaugurata nel 1969 per iniziativa del parroco di Mindino, frazione di Garessio, in memoria dei caduti di tutte le guerre. Data la posizione isolata dalla cima si gode di un estesissimo panorama che, con condizioni di visibilità ottimali, si spinge dalla Corsica all'Appennino e a gran parte della cerchia alpina.[2]

Accesso alla cima[modifica | modifica wikitesto]

Per la bellezza del panorama e la comodità di accesso da ogni lato il Bric Mondino è un'apprezzata meta escursionistica, specialmente ad inizio stagione o quando itinerari più impegnativi risultino per vari motivi impraticabili. A piedi la via di salita più nota è quella che parte dalla Colla di Casotto e che si svolge in parte su strada sterrata e in parte per sentiero.[3] La montagna può anche essere raggiunta dal borgo di Valcasotto (Pamparato) oppure, in poco più di tre ore di cammino, da Saint Grée.[4]

Al Bric Mindino si può inoltre accedere in mountain bike; oltre che dalla Colla di Casotto e da Viola-Saint Grée si può salire anche da Garessio.[5]

La salita invernale con le ciaspole dalla Colla di Casotto viene considerata, per la facilità di accesso e l'assenza di pericoli, una gita adatta a coloro che si cimentano per la prima volta con questa forma di escursionismo.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ In montagna per vedere il mare, Bric Mindino, utente Andrea81 su www.lafiocavenmola.it (consultato nel marzo 2010)
  3. ^ Scheda su Escursioni - Il trekking delle Alpi Liguri e Marittime, on-line su escursioni.altervista.org (consultato nel marzo 2010)
  4. ^ Scheda su Escursioni - Il trekking delle Alpi Liguri e Marittime, on-line su escursioni.altervista.org (consultato nel marzo 2010)
  5. ^ Itinerari MTB su web.tiscali.it/vadopiano/alpi/tanaro (consultato nel marzo 2010)
  6. ^ Mindino (Bric) da Colla di Casotto, scheda dell'utente pierobertoglio su www.gulliver.it Archiviato il 21 febbraio 2011 in Internet Archive. (consultato nel marzo 2010)

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]