Caro Michele (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caro Michele
AutoreNatalia Ginzburg
1ª ed. originale1973
Genereromanzo
Sottogenereromanzo epistolare
Lingua originale italiano
ProtagonistiMichele
Altri personaggiAngelica, Adriana, Osvaldo, Mara, Viola

Caro Michele è un romanzo epistolare scritto da Natalia Ginzburg nel 1973. Dal libro è stato tratto, nel 1976, l'omonimo film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michele è un ventitrenne nel 1970. La sua storia, quella di alcuni familiari e di alcuni loro conoscenti, viene narrata tramite le lettere che la madre, la sorella e una sua ex fiamma gli spediscono ai vari indirizzi che nei mesi il ragazzo abita. Michele è un ragazzo un po' sbandato, molto apprezzato dal padre e molto poco dalla madre, che l'ha sempre considerato un inconcludente, anche se, come lei stessa ammette, non lo conosce affatto. Nel corso del 1970 e del 1971 il ragazzo riceve svariate lettere dalla madre e dalla sorella Angelica, alle quali risponderà di rado e in modo fugace, aumentando così il rancore della madre verso di lui. Il ragazzo riceve spesso anche le lettere di Mara, una ragazza con la quale ha avuto una breve avventura e che ora ha un figlio che potrebbe anche essere suo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura