Caprognano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caprognano
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Massa-Carrara-Stemma.png Massa e Carrara
Comune Fosdinovo-Stemma.png Fosdinovo
Territorio
Coordinate 44°07′10.14″N 10°01′11.2″E / 44.119484°N 10.019777°E44.119484; 10.019777 (Caprognano)Coordinate: 44°07′10.14″N 10°01′11.2″E / 44.119484°N 10.019777°E44.119484; 10.019777 (Caprognano)
Altitudine 230 m s.l.m.
Abitanti 26 (2001)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Targa MS
Nome abitanti caprognanesi
Patrono Santa Lucia
Giorno festivo 13 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Caprognano
Caprognano

Caprognano è una frazione del comune di Fosdinovo, nella provincia di Massa e Carrara.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova a sud del capoluogo comunale, a 230 metri sul livello del mare. La frazione è raggiungibile scendendo da Fosdinovo lungo la strada provinciale che porta a Caniparola, che poi svoltare a sinistra poco prima di giungervi e proseguire per la vicina e più alta Gignago.

Il toponimo è prediale, in quanto proprietà di Capronius[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La località è citata già nel 1184[2] nel Codice Pelavicino[1], ma il suo impianto è per lo più settecentesco.

Per tutta l'esistenza del Marchesato di Fosdinovo (1355-1797), Caprognano ne fece parte in qualità di villaggio minore.

Il paese ospita una lapide con incisi i nomi di tutti i partigiani fosdinovesi caduti durante la battaglia che per due giorni li vide fronteggiare e resistere contro le truppe nazifasciste nell'accerchiamento iniziato il 28 novembre 1944.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Oratorio di Santa Lucia (XVIII secolo). Si trova nel centro storico e fu edificato agli inizi del Settecento, sotto il Marchesato di Carlo Francesco Agostino Malaspina, per poi essere ampliato ed abbellito nel 1749, sotto quello di Gabriele III Malaspina, come testimoniano le due epigrafi poste sopra l'ingresso.
  • Su uno degli edifici limitrofi, considerato tradizionalmente l'antica canonica, si può ancora vedere un piccolo campanile a vela, forse attribuibile all'oratorio oggi scomparso che Domenico Marchini fece costruire nel 1644, sotto il Marchesato di Giacomo (Jacopo) II Malaspina.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Caprognano appartiene alla Parrocchia di San Remigio di Fosdinovo, nella Diocesi di Massa Carrara-Pontremoli. Da maggio 2014, fa parte dell'Unità Pastorale di Fosdinovo, guidata dal prevosto Don Michele Bigi, all'interno, dal marzo 2017, del Vicariato di Carrara (prima si trovava in quello di Aulla) La festa del patrono Santa Lucia si festeggia il 13 dicembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Patrizia Moradei, Fosdinovo in Lunigiana-Della toponomastica storica e minore, Firenze, Multimage, Associazione Editoriale, 2014.
  2. ^ Massimo Dada, Guida di Fosdinovo, Fosdinovo, Giacché, 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Dadà, Guida di Fosdinovo, Edizioni Giacché, Fosdinovo, 2010
  • Patrizia Moradei, Fosdinovo in Lunigiana-Della toponomastica storica e minore, Firenze, Multimage, Associazione Editoriale, 2014

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://fosdinovoturismo.com/

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana