Capo Corvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capo Corvo
Capo Corvo
Il promontorio di Capo Corvo visto da Marina di Carrara.
Stato Italia Italia
Regione Liguria Liguria
Provincia La Spezia La Spezia
Coordinate 44°02′24.35″N 9°57′47.3″E / 44.040097°N 9.963139°E44.040097; 9.963139Coordinate: 44°02′24.35″N 9°57′47.3″E / 44.040097°N 9.963139°E44.040097; 9.963139
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Liguria
Capo Corvo
Capo Corvo
Il promontorio di Capo Corvo visto da Tellaro.

Capo Corvo, altrimenti detto punta Corvo o promontorio Lunense, è la propaggine sul mar Ligure della catena del monte Caprione tra Bocca di Magra e il golfo della Spezia. Il promontorio costituisce anche il limite orientale della Riviera Ligure, andando a dividerla geograficamente dalla costa apuana.

Oltre a Punta Corvo che si eleva nella parte sud-occidentale, Punta Bianca costituisce l'estremità meridionale del promontorio. Di fronte alla costa vi sono alcuni scogli affioranti: lo Scoglio Corvaccino e lo Scoglio Viciatello a sud-ovest e lo Scoglio Muginara a sud-est.
La località ospita un Monastero sul pendio che domina la foce del fiume Magra ed è legata ad un soggiorno dell'esilio dantesco.[1]

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Fazio degli Uberti fu tra i primi a menzionare tale località nella sua celebre opera del Dittamondo; successivamente fu il celebre poeta Francesco Petrarca a menzionare tale luogo, specificando che la denominazione poteva derivare dalla colorazione scura del territorio.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il territorio di capo Corvo, su archeogr.unisi.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Scheda sul Capo Corvo, su archeogr.unisi.it. URL consultato il 28 maggio 2013.