Candigliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°37′46.9″N 12°37′40.23″E / 43.629693°N 12.627843°E43.629693; 12.627843

Candigliano
Candigliano
Stato Italia Italia
Regioni Umbria Umbria
Marche Marche
Lunghezza 60 km
Portata media 13 circa m³/s
Altitudine sorgente 978 m s.l.m.
Nasce Monte Valmeronte
Sfocia Metauro

Il Candigliano è un fiume delle Marche.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a 978 metri s.l.m dal Monte Valmeronte in provincia di Perugia e, dopo circa 60 km, affluisce nel fiume Metauro presso la frazione Calmazzo di Fossombrone. Nel primo tratto del suo percorso segna il confine tra le regioni Umbria e Marche; e, prima di giungere a Piobbico, dove riceve il torrente Biscubio, alle pendici della Foresta Demaniale Regionale del Monte Vicino forma una piccola e raccolta valle all'interno d'un territorio impervio e boscoso, costeggiando numerosi resti e rovine poderali, oggi abbandonati e raggiungibili esclusivamente tramite sentieri pedestri. Dopo il Piobbico, incide la Gola di Gorgo a Cerbara e riceve il Fosso dell'Eremo, (entrambi proposti come riserva naturale dal Piano Paesistico Ambientale Regionale delle Marche - 1990) per il particolare interesse geologico, naturale e paesaggistico. Ad Acqualagna riceve le acque del torrente Burano e infine, al passo Gola del Furlo, forma il lago artificiale del Furlo, molto stretto, ma assai lungo e suggestivo, tra pareti rocciose a picco sulle acque e sull'adiacente antica Flaminia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]