Canale Marna-Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Canale Marna-Reno o, per esteso, il Canale dalla Marna al Reno (in francese: Canal de la Marne au Rhin) è un canale artificiale nel nord-est della Francia. Collega il fiume Marna a Vitry-le-François con il fiume Reno a Strasburgo. Combinato con la parte canalizzata della Marna, permette il trasporto tra Parigi e la Francia orientale. L'obiettivo originale del canale era di collegare Parigi e il nord della Francia con l'Alsazia, il Reno e la Germania.[1]

Il canale, lungo 313 km, fu aperto nel 1853. Esso è adatto a piccole barche o chiatte (péniches), dimensioni massime 38,5 m di lunghezza e 5,05 m di lunghezza. Ha 154 chiuse, comprese due nel fiume Mosella. Ci sono due gallerie. Il piano inclinato di Saint-Louis-Arzviller è situato tra Arzviller e Saint-Louis e la sua costruzione sostituì circa 17 chiuse.[1]

Il Canale Marna-Reno è collegato con le seguenti vie d'acqua navigabili (da ovest ad ovest):

Il suo corso attraversa i seguenti départements e città:

Il libro Voies Navigables France Itinéraires Fluviaux divide il canale in una sezione orientale ed una occidentale. La sezione occidentale va da Vitry-le-François a Toul lungo 131,4 km attraverso 97 chiuse. La sezione orientale va da Frouard a Strasburgo lungo 159 km attraverso 57 chiuse.[2] La sezione di 23,4 km fra Toul e Frouard è chiusa e si usa una sezione canalizzata del fiume Mosella.[1]

Anche un altro libro, Through the French Canals, divide il canale in una sezione orientale e una occidentale, ma con un diverso punto di separazione. La sezione occidentale va da Vitry-le-François a Réchicourt per 222 km attraverso 121 chiuse. La sezione orientale va da Réchicourt a Strasburgo lungo 91 km attraverso 33 chiuse.[3]

In autostrada[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Hugh McKnight, Cruising French Waterways, 4th Edition, Sheridan House, 2005, p. 296, ISBN 978-1574092103.
  2. ^ Voies Navigables France Itinéraires Fluviaux, Editions de l'Écluse, 2009, ISBN 978-2-9520591-2-1.
  3. ^ David Jefferson, Through the French Canals, Adlard Coles Nautical, 2009, p. 275, ISBN 978-1-4081-0381-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142275289 · BNF (FRcb15024768s (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia