Commercy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commercy
comune
Commercy – Stemma
Commercy – Veduta
il Castello di Commercy, di Germain Boffrand.
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Grand Est
Dipartimento Blason département fr Meuse.svg Mosa
Arrondissement Commercy
Cantone Commercy
Territorio
Coordinate 48°45′N 5°35′E / 48.75°N 5.583333°E48.75; 5.583333 (Commercy)Coordinate: 48°45′N 5°35′E / 48.75°N 5.583333°E48.75; 5.583333 (Commercy)
Altitudine 227-280 m s.l.m.
Superficie 35,38 km²
Abitanti 6 670[1] (2009)
Densità 188,52 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 55200
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 55122
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Commercy
Commercy
Sito istituzionale

Commercy (tedesco: Commarchen) è un comune francese di 6.670 abitanti situato nel dipartimento della Mosa nella regione del Grand Est.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Commercy è situata nella valle della Mosa e sta a metà strada fra Bar-le-Duc ad ovest e Nancy. È attraversata dalla strada dipartimentale n. 964 che la collega alla strada statale (Route Nazionale) n. 4 che passa a circa 9 km a sud della città. È sede di stazione ferroviaria sulla linea per Toul e Nancy, quale ramo collegato alla tratta ferroviaria ParigiStrasburgo nella stazione di smistamento di Lérouville, 9 km a nord della città.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La zona fu occupata dall'uomo fin dal paleolitico. Vi sono poche tracce della città che risalgano ad un periodo anteriore al IX secolo. Il nome della città è mutato più volte: le denominazioni più significative furono Commarchia (che significa: "sulla marca" cioè alla frontiera) e Commercium (denominazione medioevale). Giovanni di Sarrebrück concesse alla città nel 1324 la sua "carta di affrancamento" nella quale è inserito il motto della città stessa: Qui mesure, dure (Chi si limita, dura). Il cardinale Jean-François Paul dei Gondi ricevette in eredità la signoria di Commercy nel 1640 e vendette i suoi diritti di sovranità feudale ad Anna di Lorena, principessa di Lillebonne nel 1679. La principessa trasmise a sua volta i relativi diritti al fratello Carlo Enrico di Lorena, principe di Vaudémont nel 1708. Morto quest'ultimo nel 1723 la signoria tornò ai duchi di Lorena nella persona di Leopoldo I di Lorena. La duchessa vedova Elisabetta Carlotta, partito il figlio Francesco Stefano III di Lorena per la Toscana, della quale era divenuto granduca a seguito degli accordi che conclusero la Guerra di successione polacca, ricevette la signoria come una concessione di esiliata. Alla sua morte Stanislao Leszczyński, nuovo duca di Lorena e di Bar, si stabilì temporaneamente a Commercy abbellendola di splendidi giardini.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Le autentiche madeleine di Commercy

L'economia della città si basa sulla siderurgia e sulla metallurgia nonché sulla produzione alimentare. Le famose madeleine (o madeleinette) sono una specialità di Commercy.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN147013858 · LCCN: (ENnr89015495 · GND: (DE4230134-8 · BNF: (FRcb152647904 (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia