Campus Tiscali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 39°13′41″N 9°04′12.6″E / 39.228056°N 9.070167°E39.228056; 9.070167

Campus Tiscali a Sa Illetta.
Campus Tiscali dall'altra sponda di Santa Gilla.

Il Campus Tiscali è la sede della società di telecomunicazioni Tiscali fondata da Renato Soru.

Progettato dallo studio Arassociati, il campus è un'opera di architettura contemporanea di Cagliari e un esempio di public art in Italia[1].

È situato nell'area di Sa Illetta, che un tempo era un'isoletta raggiungibile soltanto in barca, tra lo stagno di Santa Gilla e la S.S. 195, importante arteria del sud Sardegna. Nelle vicinanze si trova la chiesetta rurale di San Simone dei pescatori, un maneggio, la fattoria Ballero e il Porto Canale.

Il campus[modifica | modifica wikitesto]

Campus Tiscali, veduta parziale

Nel 2001, a tre anni dalla nascita di Tiscali, c'è la necessità, da parte dell'azienda, di creare nuovi spazi e di trasferirsi dai locali di viale Monastir, via Dolcetta e dalla sede di rappresentanza all'interno della villa Satta sita nel viale Trento 39 (nei cui locali oggi vi è ospitato l'Istituto europeo di design). Così si pensa all'area industriale del CACIP di Sa Illetta.[2]

Il primo progetto predeva più edifici e maggiore cubatura, che gradatamente, anche per ragioni burocratiche e paesaggistiche, si sono ridotti all'attuale progetto, che occupa poco più di 30 ettari[3].

L'inaugurazione del polo telematico è avvenuta, con la presenza di varie autorità politiche, il 19 settembre 2003.

Il campus è formato da cinque edifici di granito rosso, bianco e nero, vetrate alternate a feritoie, architetture moderne che allo stesso tempo ricordano lo stile romanico pisano che si può trovare in molte chiese della Sardegna. Inoltre all'interno del Campus si trova anche un'antica villa ristrutturata.

Il campus, costato 30 milioni di euro, non ha ricevuto per la sua realizzazione alcun contributo o finanziamento pubblico[4]. Oltre alle palazzine in granito rosso e con ampie vetrate e a quella centrale decorata con granito bianco e nero alternato, sulla destra sorgono due edifici in granito bianco e facilmente riconoscibili dove sono ospitati i server che gestiscono il traffico Internet[5].

Tiscali.Auditorium
Sede Tiscali Sa Illetta.jpeg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàCagliari
IndirizzoTiscali Campus, SS 195 - località Sa Illetta
Dati tecnici
TipoSala con platea
Capienza187 posti
Realizzazione
CostruzioneInaugurato il 23 settembre 2003

All'interno del campus si trovano anche un asilo nido per i figli dei dipendenti e il Tiscali.Auditorium, un piccolo auditorium con una capienza di 187 posti a sedere, inaugurato il 23 settembre 2003 in occasione di una rassegna cinematografica.

Si è cercato di salvaguardare il litorale, impiantando per il libero accesso allo stagno una strada ciclabile e pedonale. Al contempo, i progettisti hanno cercato di creare una specie di città-giardino legata al territorio, che con la soluzione a più corpi di fabbrica permettesse di poter vedere lo stagno dalla SS 195; le strutture, non eccessivamente alte (12 m di altezza, 15 m di larghezza), non rovinano il profilo di Sa Illetta per chi osserva il campus da Santa Gilla.

Opere ospitate[modifica | modifica wikitesto]

Il Campus hi-tech può essere considerato anche come una galleria d'arte contemporanea, in quanto sia nei locali interni che nel grande parco sono ospitate varie opere di artisti sia sardi che continentali come Olafur Eliasson, Alberto Garutti, Maria Lai, Michelangelo Pistoletto, Pinuccio Sciola, Grazia Toderi, Costantino Nivola.

All'interno di Open Campus è ospitata la mostra permanente di Tellas e Campidarte.

Vendita[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2007 è stata concretizzata dalla controllata Tiscali Italia Spa, la vendita, con contestuale locazione finanziaria di ritorno, per l'importo di 60 milioni di euro al netto delle imposte, della sede cagliaritana nella località 'Sa Illetta' denominata "Tiscali Campus".[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come da articolo pubblicato su L'Unione Sarda del 03/02/2004[collegamento interrotto].
  2. ^ Come da articolo pubblicato su L'Unione Sarda del 23/06/2001 [1][collegamento interrotto].
  3. ^ Come da articolo pubblicato su L'Unione Sarda del 16/07/2001 [2][collegamento interrotto].
  4. ^ Come da articolo pubblicato sul Corriere della Sera del 20/09/2003
  5. ^ Come da articolo pubblicato su La Repubblica del 05/06/2006.
  6. ^ ADUC - Notizia - ITALIA - Tiscali vende la sede di Cagliari e incassa 60 milioni di euro

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Leoni, Arassociati. Tiscali, il campus dell'innovazione, Mondadori Electa, 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]