Butomus umbellatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Giunco fiorito
Butomus umbellatus - harilik luigelill Keilas.jpg
Butomus umbellatus
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Alismatales
Famiglia Butomaceae
Genere Butomus
Specie B. umbellatus
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Alismatales
Famiglia Butomaceae
Genere Butomus
Specie B. umbellatus
Nomenclatura binomiale
Butomus umbellatus
L., 1753

Il giunco fiorito (Butomus umbellatus L., 1753) è un'erba monocotiledone propria degli ambienti umidi, appartenente alla famiglia Butomaceae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il giunco fiorito è un'erba palustre perenne, dotata di rizoma, alta da 50 a 150 cm. La base della pianta è spesso sommersa, essendo il giunco fiorito in grado di radicare anche sott'acqua.

Le foglie hanno forma diversa a seconda che siano sommerse o galleggianti (nastriformi) o fuori dell'acqua (a sezione triangolare).

I fiori hanno 6 petali rosati e sono raccolti in un'infiorescenza del tipo ombrella.

Il frutto è un follicolo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il giunco fiorito è presente negli ambienti umidi dei climi temperati di Europa, Asia e Nordafrica, tipicamente sul margine di acque stagnanti o con corrente molto lieve.

In Italia è presente nelle regioni settentrionali e in quelle peninsulari tirreniche fino alla Campania, nonché in Sardegna[2].

Introdotto in Nordamerica come pianta ornamentale, vi si è spontaneizzato, in particolare nella regione dei Grandi Laghi, divenendo a volte addirittura infestante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Butomus umbellatus, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 19 dicembre 2021.
  2. ^ Butomus umbellatus (Butomaceae) - Plants of Italy - Flora italiana, su luirig.altervista.org. URL consultato il 6 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]