Branta leucopsis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Oca facciabianca
Branta leucopsis.jpg
Branta leucopsis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anserinae
Tribù Anserini
Genere Branta
Specie B. leucopsis
Nomenclatura binomiale
Branta leucopsis
(Bechstein, 1803)

L'oca facciabianca (Branta leucopsis Bechstein, 1803) è un uccello della famiglia degli Anatidi diffuso nell'Europa settentrionale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In volo

Lunga 58-70 cm, presenta un'apertura alare di 120-142 cm.[3] Il collo è robusto, corto e nero come il petto, il capo è arrotondato e perlopiù bianco e il becco è piccolo e nero. Le parti inferiori del corpo sono bianco-argentee, le superiori grige con strie bianche e nere. Il forte contrasto tra il petto nero e il ventre biancastro è un buon metodo per distinguerla dall'oca colombaccio della sottospecie bernicla. Le ali sono poco più corte di quelle dell'oca colombaccio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Uno stormo di oche facciabianca in un campo a Helsinki, Finlandia

Solo nel XX secolo si è compreso come riescano a riprodursi. Si ritrovano sulle coste ad ovest dell'Irlanda, della Scozia nord-occidentale (dove la popolazione conta sui 40.000 esemplari), nei Paesi Bassi (130.000 esemplari), della Danimarca e della Scozia . Più raramente si osserva su qualche altra costa europea e nordamericana.[senza fonte]

Nel 1907 avvenne la scoperta della loro riproduzione nello Spitzbergen nella Norvegia del nord. Un anno più tardi, delle colonie in procinto di riprodursi furono segnalate anche in Groenlandia. Attualmente, si sa che si riproducono anche nella Nuova Zemlia, una grossa isola situata al nord della Russia.[senza fonte]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Stormo in migrazione autunnale
Branta leucopsis.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di piante come Plantago maritima, Puccinellia maritima (la specie principale tra quelle della dieta nello studio di Jouke Prop e Charlotte Deeremberg), Trigoclin maritima e Festuca rubra. [4]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La covata, di solito, è di 4 o 5 uova. La durata della covata è poco superiore a tre settimane.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2004, Branta leucopsis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Anatidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 5 maggio 2014.
  3. ^ Lars Svensson, Guida degli uccelli d'Europa, Nord Africa e Vicino Oriente.
  4. ^ (EN) Jouke Prop e Charlotte Deerenberg, Spring staging in Brent Geese Branta bernicla: feeding constraints and the impact of diet on the accumulation of body reserves, in Oecologia, vol. 87, nº 1, 1991-06, pp. 19–28, DOI:10.1007/bf00323775. URL consultato il 30 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85011892
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli