Brahms-Institut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brahms-Institut
Brahms-Institut
HL – Jerusalemsberg 4.jpg
Il Brahms-Institut nella Villa Eschenburg di Lubecca
Ubicazione
StatoGermania Germania
LocalitàLubecca
IndirizzoJerusalemsberg 4
Coordinate53°52′48″N 10°41′45.6″E / 53.88°N 10.696°E53.88; 10.696
Caratteristiche
TipoMuseo, biblioteca
CollezioniOpere di Johannes Brahms ed altri compositori
Istituzione1991
Apertura1991
DirettoreWolfgang Sandberger
Sito web

Il Brahms-Institut è un centro di ricerca, museo, biblioteca e sala concerti a Lubecca, in Germania. Ospita una collezione permanente con molte fonti originali, nonché mostre che cambiano regolarmente. Fa parte della Musikhochschule Lübeck.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'istituto si concentra su musicologi, musicisti e altri che hanno un interesse per la musica. La base è una raccolta del compositore Johannes Brahms (1833-1897). Questo è stato donato all'università di scienze applicate nel 1990 da Kurt Hofmann, che aveva costruito questa collezione sin dagli anni '50 ed è un conoscitore autodidatta del compositore. Dalla sua fondazione nel 1991, la collezione è cresciuta grazie a tutti i tipi di nuove donazioni e acquisti mirati.

Il Brahms-Institut, come sopra indicato, ha acquisito la più grande collezione privata di incisioni, manoscritti e prime e primissime stampe di Brahms nel 1990. Oltre a Brahms l'attenzione si concentra su Robert e Clara Schumann, Theodor Kirchner, Joseph Joachim e alcuni artisti e compositori meno noti dell'epoca. Oltre ai manoscritti musicali, la raccolta comprende anche corrispondenza, foto e disegni.[1][2]

Nell'estate del 2002 la collezione è stata spostata nella classica Villa Eschenburg. Qui c'è anche una sala in cui si svolgono spettacoli e si tengono conferenze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brahms-Institut, su mh-luebeck.de.
  2. ^ Musikermuseen in Deutschland, su musikermuseen.de. URL consultato il 4 settembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136487093 · ISNI (EN0000 0001 2356 2290 · LCCN (ENnr95017368 · GND (DE5080492-3 · BNF (FRcb160737483 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr95017368
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica classica