Trio per pianoforte e archi n. 3 (Brahms)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trio per piano, violino e violoncello n. 3
Compositore Johannes Brahms
Tonalità Do minore
Numero d'opera 101
Epoca di composizione 1886
Prima esecuzione 20 dicembre 1886
Pubblicazione Breitkopf & Härtel, Lipsia
Durata media 20 minuti
Organico Pianoforte, Violino, Violoncello
Movimenti

I. Allegro energico
II. Presto non assai
III. Andante grazioso
IV. Allegro molto

Il Trio per pianoforte e archi n. 3 in do minore, opus 101 è un trio per pianoforte, violino e violoncello, di Johannes Brahms. Composto durante l'estate del 1886 sulle rive del lago di Thun (Svizzera), dove Brahms soggiornava, venne eseguito in pubblico il 20 dicembre 1886, al Teatro dell'Opera di Budapest con un trio formato dal violinista Jenő Hubay, dal violoncellista David Popper ed il compositore al piano[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

  1. Allegro energico (3/4)
  2. Presto non assai (in do minore)
  3. Andante grazioso in do maggiore, in 3/4 + 2/4, con un trio in 9/8 + 6/8, e 9/8)
  4. Finale: Allegro molto (in do minore, in 6/8)

L'esecuzione del brano richiede circa 20 minuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clive, Brahms and His World:A Biographical Dictionary, p. xxvii, xxviii,xxix

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Trios pour piano et cordes nº 1, 2, 3 - Eugene Istomin, Isaac Stern, Leonard Rose - CBS
  • Brahms - Complete Trios - Beaux Arts Trio - Philips (1987)
  • Brahms: Complete Piano Trios - Trio Parnassus - MDG (1996)
  • Brahms Piano trio no. 1 - 3 - Julius Katchen - piano, Josef Suk - violin, János Starker - cello - Registrazione Luglio 1968 - DECCA
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica