Biblioteca San Matteo degli Armeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biblioteca San Matteo degli Armeni
Sala biblioteca san matteo2.jpg
Biblioteca San Matteo degli Armeni: interno, particolare del pavimento con asole in vetro, con vista delle parti basamentali dei pilastri in mattoni della fine del XVII secolo
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneUmbria
CittàPerugia
IndirizzoVia Monteripido, 2 - 06125 Perugia, Italia
Caratteristiche
TipoPubblica, specializzata sui temi della pace, della nonviolenza, dei diritti umani, del dialogo interculturale e interreligioso
ISILIT-PG0442
Costruzionefa parte del complesso monumentale di San Matteo degli Armeni risalente al 1273
Apertura2 luglio 2012
Sito web

Coordinate: 43°07′12.33″N 12°23′00.41″E / 43.120091°N 12.383447°E43.120091; 12.383447

La Biblioteca comunale San Matteo degli Armeni è una biblioteca di Perugia, con sede in via Monteripido 2, specializzata sui temi della pace, della nonviolenza, dei diritti umani, del dialogo interculturale e interreligioso, con una sezione che comprende la biblioteca di Aldo Capitini.

Fa parte del Sistema bibliotecario comunale, che comprende la Biblioteca Augusta, Biblionet della frazione di Ponte San Giovanni, la Biblioteca Sandro Penna della frazione di San Sisto, Biblioteca Villa Urbani di via Pennacchi e il Bibliobus, la biblioteca itinerante. L'artista Etna Scorza è attualmente bibliotecario in essa.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Concluso il lungo restauro del complesso monumentale omonimo iniziato nel 2009 per riparare i danni del sisma del 1997, la Biblioteca San Matteo degli Armeni è stata inaugurata il 2 luglio 2012[3][4][5].

È biblioteca specialistica del Comune di Perugia, centro di documentazione e ricerca. Promuove iniziative, dibattiti, studi inerenti ai temi della pace, della nonviolenza, dei diritti umani, del dialogo interculturale e interreligioso.

Una sezione comprende la biblioteca di Aldo Capitini, di proprietà della Fondazione Centro Studi Aldo Capitini, e consta di circa 10 000 volumi, tra monografie e periodici. A San Matteo è conservata la bandiera con i colori della pace che il filosofo portò alla prima Marcia Perugia– Assisi, nel 1961. La bandiera, prima di essere esposta in una delle sale della biblioteca, era custodita a Palazzo dei Priori di Perugia[6].

L'edificio[modifica | modifica wikitesto]

La biblioteca è parte del complesso monumentale di San Matteo degli Armeni, formato da numerosi corpi di fabbrica interconnessi a forma di "U" - di cui la chiesa di San Matteo degli Armeni è parte - con al centro una piccola corte interna che si affaccia sull'ampio giardino che copre un'area di circa 4800 m².

Il complesso si trova appena al di fuori delle mura trecentesche, nella zona Nord-Ovest di Perugia, a metà strada tra il cassero di porta Sant'Angelo con il Tempio di Sant'Angelo ed il convento francescano di Monteripido. La superficie coperta è di oltre mille m², di cui 170 sono quelli della chiesa.

Complesso monumentale di San Matteo degli Armeni di Perugia: panoramica. In alto, sullo sfondo, il convento francescano di Monteripido

La sua origine risale alla metà del XIII secolo, quando i monaci Armeni dell'ordine dei Basiliani arrivarono a Perugia per costruirvi una chiesa, della quale si ha notizia a partire dal 1273.

Il XVII secolo ha coinciso con l'ultimo periodo di grande prestigio del complesso, che trova la sua massima rappresentazione nella realizzazione delle fontane barocche di cui oggi rimangono 8 nicchie ed una vasca centrale, probabilmente adibita a peschiera[7][8].

Il patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Accanto al fondo capitiniano la biblioteca possiede documenti messi a disposizione da Amnesty International, libri e periodici di recente pubblicazione e collezioni pervenute dalla Biblioteca Augusta.

La biblioteca dispone di 80 posti lettura ed offre consultazione, informazioni bibliografiche, 2 postazioni Internet e videoscrittura, riproduzioni, visite guidate, attività culturali e promozione della lettura, wifi.

L'organizzazione degli spazi e delle raccolte[modifica | modifica wikitesto]

La biblioteca occupa l'ala sinistra del complesso restaurato e si sviluppa in due piani. Al piano terra si trova l'area di accoglienza, l'area emeroteca ed una sala con un'ampia vetrata con vista sul parco.

Questo spazio - che può trasformarsi in una sala proiezioni o per la presentazione di libri e per attività formative - presenta il pavimento a listoni in rovere - a differenza delle altre stanze pavimentate con cotto - con asole perimetrali in vetro dalle quali sono visibili le parti basamentali dei pilastri in mattoni della fine del XVII secolo.

Il primo piano è accessibile con una scala in muratura ed un ascensore. Questo piano è riservato allo studio e alla consultazione del Fondo Capitini. Il piano è completato da uffici, sala riunioni, e postazioni pc destinate al pubblico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Servizio Civile - Comune di Perugia, su www.comune.perugia.it. URL consultato il 2 marzo 2019.
  2. ^ Medusa, su www.etnascorza.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  3. ^ Inaugura a Perugia la biblioteca di San Matteo degli Armeni (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2013).
  4. ^ video inaugurazione Biblioteca San Matteo degli Armeni, su comune.perugia.it. URL consultato il 30-10-2013.
  5. ^ Umbrialeft, articolo del 02.07.2012, «A S.Matteo degli Armeni centro documentazione su pace e dialogo interreligioso», su umbrialeft.it. URL consultato il 04-11-2013.
  6. ^ Umbrialeft, articolo del 31.10.2011, «La bandiera della pace di Aldo Capitini sarà custodita a Palazzo dei Priori», su umbrialeft.it. URL consultato il 04-11-2013.
  7. ^ Il complesso monumentale di San Matteo degli Armeni a Perugia, 2002 op. cit.
  8. ^ Ulteriori informazioni alla voce Chiesa di San Matteo degli Armeni

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il complesso monumentale di San Matteo degli Armeni a Perugia: atti del Convegno 1998 e nuove ricerche, Perugia, Regione dell'Umbria, Assessorato a Beni, Attività Culturali, Turismo e Sport, 2002. (ISBN non esistente)
  • Enrica Rasimelli, I lavori di diagnosi e restauro del complesso di San Matteo degli Armeni, in Il complesso monumentale di San Matteo degli Armeni a Perugia: atti del Convegno 1998 e nuove ricerche, Perugia, Regione dell'Umbria, Assessorato a Beni, Attività Culturali, Turismo e Sport, 2002, 109-124. (ISBN non esistente)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Perugia Portale Perugia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Perugia