Battaglia di Brissarthe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Brissarthe
Data 15 settembre 866
Luogo Brissarthe, Neustria
Esito ritirata finale dei Franchi
Schieramenti
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Brissarthe venne combattuta il 15 settembre 866 fra i Franchi ed un esercito congiunto di Bretoni e Vichinghi nei pressi di Brissarthe, in Neustria. Durante questa battaglia morirono Roberto il Forte, margravio di Neustria, e Ranulfo I, duca d'Aquitania.

Nell'866 Salomone di Bretagna, si alleò con Haesten, un capo danese, per compiere una spedizione nell'Angiò, nel Maine (provincia) e nella Turenna. Durante la campagna essi saccheggiarono Le Mans. Roberto il Forte, a capo delle regioni colpite, mise insieme un esercito per espellerli, insieme a Ranulfo, Gauzfrid e Hervé.

L'esercito riuscì ad intercettare i Danesi prima che essi riuscissero a raggiungere le loro imbarcazioni sulla Loira. Essi cercarono rifugio in una chiesa, ma i Franchi la strinsero d'assedio. Durante la notte i Vichinghi cercarono di fuggire, ma ne nacque una battaglia in cui Roberto il Forte venne ucciso, Ranulfo ferito a morte da una freccia e Hervé ferito. Senza i loro capi, i Franchi si dovettero ritirare.

Nell'867 Carlo il Calvo avviò un negoziato con Salomon e gli riconobbe il titolo di Duca di Bretagna, dandogli la penisola di Cotentin e la zona di Avranches. Hásteinn continuò a saccheggiare la valle della Loira per molti anni, colpendo Bourges nell'867, Orléans nell'868 ed Angers nell'872.


Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia