Automotrice FNM E.700

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Automotrice FNM E 700)
Jump to navigation Jump to search
FNM E.700
Automotrice
Bf Milano Cadorna, EB.700-17.jpg
Elettromotrice EB.700-19 in sosta a Milano Cadorna nel 1992
Anni di costruzione 1928-1932 (costruzioni)
1940-1954 (trasformazioni)
Anni di esercizio 1928-ca. 2010
Quantità prodotta 23
Costruttore OM
Scartamento 1435 mm

Le E.700 delle Ferrovie Nord Milano erano una serie di automotrici elettriche (o elettromotrici) per treni vicinali.

Inizialmente, dal 1928 al 1932, vennero costruite 14 unità (EAC.700-01 ÷ 14) dalla OM di Milano con parte elettrica TIBB; furono immesse in servizio sulle linee Milano-Saronno e Milano-Meda, di nuova elettrificazione, e costituivano con i locomotori E.600, i primi mezzi elettrici delle FNM.

Negli anni successivi, si aggiunsero alla serie altre unità, provenienti da trasformazioni:

  • nel 1940 e nel 1942 le unità 15 ÷ 17, provenienti dalla motorizzazione di rimorchi pilota serie E.800;
  • nel 1948 le unità 18 ÷ 19, provenienti dalla trasformazione delle motrici E.710;
  • nel 1948 le unità 20 ÷ 22, provenienti dalla motorizzazione di rimorchi pilota serie E.800;
  • infine, nel 1954 l'unità 23, costruita dalla Breda sul relitto di una E.750 demolita, e con cassa identica alle E.740-08 ÷ 16.

Le E.700 fecero servizio per decenni sulle tratte suburbane intorno a Milano; furono accantonate negli anni 2000 in seguito all'immissione in servizio di rotabili più moderni (E.760 ed E.710).

Gli esemplari 02 e 09 di questo gruppo sono stati conservati. La prima si trova nella sede di Savigliano del Museo Ferroviario Piemontese, la seconda a Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese a Saronno. Gli altri sono stati accantonati e molti demoliti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Cornolò, Ferrovie Nord Milano in tre secoli, Milano, CRA-FNM, 2006, pp. 197–206.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti