Austin Flint (1812-1886)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Austin Flint

Austin Flint (Petersham, 20 ottobre 1812Brooklyn, 13 marzo 1886) è stato un medico statunitense. È padre dell'omonimo fisiologo, autore di importanti studi sulle funzioni epatiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò all'Università di Harvard, dove fu influenzato da James Jackson (1777-1868), un seguace di René Laennec (1781-1826). Si laureò nel 1832. Fece pratica a Boston, Buffalo e New York.

Fu pioniere delle ricerche sul cuore, diede numerosi contributi importanti alla conoscenza delle patologie cardiorespiratorie. Disse spesso di aver coniato egli stesso il termine respiro bronco vescicolare.

A lui è dedicato il rullìo diastolico in corrispondenza dell'apice cardiaco in corso di insufficienza valvolare aortica. Ricordiamo poi la prima legge di Flint, o legge di Flint I, che riguarda l'associazione inversa tra il fremito vocale tattile e percussione toracica nella consolidazione polmonare. Infine occorre citare la Sindrome di Frerichs-Heyd-Flint, sviluppata da una disfunzione renale in pazienti con severo insulto epatico, in assenza di un'altra causa identificabile di patologia renale.

Acquistò grande reputazione e fu uno dei fondatori del Buffalo Medical College, dove insegnò. Nel 1861 diventa professore al Bellevue Hospital di New York, più tardi al Long Island Hospital di Brooklyn.


Controllo di autorità VIAF: (EN84799513