Fremito vocale tattile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Con il termine fremito vocale tattile (abbreviato solitamente come FVT) si intende la vibrazione che il medico è in grado di percepire quando appoggia la mano sul torace del paziente che pronuncia, scandendola, la parola "trentatré".

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Le vibrazioni sonore che danno origine al FVT originano a livello delle corde vocali e sono trasmessa dall'albero bronchiale alla parete toracica attraverso la colonna d'aria accolta nella trachea e nei grossi bronchi. Le vibrazioni possono essere ottenute facendo pronunciare al paziente la parola "trentatré" o qualsiasi altra parola ricca di consonanti[1].

Ricerca del fremito[modifica | modifica wikitesto]

Il FVT può essere facilmente apprezzato dall'esaminatore ponendosi alle spalle del paziente ed appoggiando la mano a piatto su zone simmetriche dei due emitoraci[2].
È più facile apprezzare il FVT nei soggetti di sesso maschile in quanto le vibrazioni risultano essere più intense se la tonalità di voce è più bassa. Nei soggetti magri il fremito viene avvertito con maggiore facilità. In linea generale la percezione del fremito è migliore nei campi toracici delle fosse infrascapolari[3].

Variazioni del FVT[modifica | modifica wikitesto]

Il fremito vocale tattile in determinate situazioni può essere aumentato, diminuito od abolito.

Intensificazione del FVT[modifica | modifica wikitesto]

Si verifica in presenza di ogni processo di addensamento del parenchima polmonare (polmonite, infarto polmonare). Malgrado il raddensamento del parenchima, nell' atelectasia non si verifica un aumento del fremito, a causa dell'obliterazione della via di conduzione interessata, che impedisce la ventilazione e qualsivoglia forma di diffusione di vibrazione. Inoltre l'intensificazione si verifica anche in presenza di cavità d'aria comunicanti con un bronco (bronchiectasie, cavità ascessuali, cavità tubercolari)[4].

Diminuzione od abolizione del FVT[modifica | modifica wikitesto]

  • Malattie della laringe che comportano afonia.
  • Stenosi tracheali o bronchiali da causa estrinseca (tumori, versamenti pleurici, linfoadenopatie) od intrinseca(tumori, corpi estranei, coaguli, essudato), riconducibili ad atelectasia
  • Edema polmonare (a causa della presenza di liquido negli alveoli)
  • Enfisema polmonare
  • Versamento pleurico e pneumotorace (per il frapporsi di liquido o di aria tra il polmone e la parete toracica)[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fogari R. Semeiotica medica e metodologia clinica. Piccin Editore (1999)
  2. ^ Sacchetti C. Metodologia diagnostica. Piccin Editore.(1991)
  3. ^ Cozza F. Guida pratica per l'esame clinico del malato. Piccin Editore (1985)
  4. ^ Novey D. Rapid access guide to physical examination. Mosby (1998)
  5. ^ Seidel HM. Guide to physical examination. Elsevier (2011)
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina