Atletica leggera ai Giochi della XV Olimpiade - Salto con l'asta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto con l'asta
Helsinki 1952
Informazioni generali
Luogo Stadio olimpico di Helsinki
Periodo 21-22 luglio 1952
Partecipanti 28 da 18 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Robert Richards Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Donald Laz Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Ragnar Lundberg Svezia Svezia
Edizione precedente e successiva
Londra 1948 Melbourne 1956
Atletica leggera ai
Giochi di Helsinki 1952
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prova su strada
Maratona uomini
Marcia
Marcia 10000 m uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prova multipla
Decathlon uomini

La competizione del salto con l'asta di Atletica leggera ai Giochi della XV Olimpiade si è disputata nei giorno 21 e 22 luglio 1952 allo Stadio olimpico di Helsinki.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campione olimpico 1948 4,30 Stati Uniti Guinn Smith Ritirato 1949
Campione europeo 1950 4,30 Svezia Ragnar Lundberg Presente
Primatista europeo 4,40 1950 Svezia Ragnar Lundberg Presente
Vincitore dei Trials USA 4,47 Robert Richards Presente


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turno eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazione a metri 4,00

Gruppo A
Pos. Atleta Nazione Misura Salti
3,60 3,80 3,90 4,00
1 Piotr Denysenko URSS Unione Sovietica 4,00 - O - O
Tamás Homonnay Ungheria Ungheria 4,00 - O - O
3 Zeno Dragomir Romania Romania 4,00 - O O O
4 Rigas Efstathiadis Grecia Grecia 4,00 O O XO O
5 Volodymyr Brazhnyk URSS Unione Sovietica 4,00 O O - XO
6 Theodosios Balafas Grecia Grecia 4,00 O O O XO
Torfi Bryngeirsson Islanda Islanda 4,00 O O O XO
8 Walter Hofstetter Svizzera Svizzera 3,90 O XO O XXX
9 Timothy Anderson Gran Bretagna Gran Bretagna 3,80 O O - XXX
Geoffrey Elliott Gran Bretagna Gran Bretagna 3,80 O O - XXX
11 Hélcio da Silva Brasile Brasile 3,60 O XXX
12 Gamal El-Din El-Sherbini Egitto Egitto 3,60 XXO XXX
Gruppo A
Pos. Atleta Nazione Misura Salti
3,60 3,80 3,90 4,00
1 Erkki Kataja Finlandia Finlandia 4,00 - O - O
Ragnar Lundberg Svezia Svezia 4,00 - O - O
Juno Ensio Piironen Finlandia Finlandia 4,00 - O - O
4 Donald Laz Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,00 - O O O
Lennart Lind Svezia Svezia 4,00 O O - O
George Mattos Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,00 - O O O
Robert Richards Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,00 - O O O
8 Erling Kaas Norvegia Norvegia 4,00 XO O O O
9 Valto Olenius Finlandia Finlandia 4,00 - - - XO
10 Viktor Knyazev URSS Unione Sovietica 4,00 - O - XO
11 Bunkichi Sawada Giappone Giappone 4,00 - O XO XO
12 Milan Milakov Jugoslavia Jugoslavia 4,00 O O - XXO
13 Ronald Miller Canada Canada 3,90 - O XO XXX
14 Zenon Ważny Polonia Polonia 3,80 O O XXX
- Georgios Roubanis Grecia Grecia NM - XXX
- José Vicente Porto Rico Porto Rico NM XXX

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La misura di 4,40 fa selezione. Solo quattro atleti la superano: gli americani Richards (già bronzo a Londra 1948) e Laz, lo svedese Lundberg ed il sovietico Denisenko. Tutti alla prima prova.
Alla misura successiva, 4,50, tutti invece sbagliano al primo tentativo. Solo i due americani vanno su al secondo; i due europei vengono invece eliminati.
A 4,55 Richards e Laz mostrano la loro stanchezza: i primi due tentativi di entrambi vanno a vuoto. Dopo cinque snervanti ore di gara, Richards riesce a trovare la forza e la concentrazione per valicare la misura. Vince con il nuovo record olimpico.
Per il nuovo regolamento, Lundberg e Denisenko non disputano il salto di spareggio. Ma il compito di classificarli si presenta arduo: i loro ultimi salti sono stati identici, ed hanno anche lo stesso numero di errori totali. Per attribuire il bronzo bisogna risalire alla misura d'ingresso: Lundberg è entrato in gara dopo Denisenko e quindi il bronzo va allo svedese.

Pos. Atleta Nazione Misura Salti
3,60 3,80 3,95 4,10 4,20 4,30 4,40 4,50 4,55 4,60
Oro Robert Richards Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,55 Record olimpico - - O O O O O XO XXO XXX
Argento Donald Laz Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,50 - - O O O O O XO XXX
Bronzo Ragnar Lundberg Svezia Svezia 4,40 - - - - O XO O XXX
4 Piotr Denysenko URSS Unione Sovietica 4,40 - - O O XO O O XXX
5 Valto Olenius Finlandia Finlandia 4,30 - - - O XO XO XXX
6 Bunkichi Sawada Giappone Giappone 4,20 - O XXO O O XXX
7 Volodymyr Brazhnyk URSS Unione Sovietica 4,20 - O O O XO XXX
8 Viktor Knyazev URSS Unione Sovietica 4,20 - O O XO XO XXX
9 George Mattos Stati Uniti Stati Uniti d'America 4,20 - O O XO XXO XXX
10 Erkki Kataja Finlandia Finlandia 4,10 - - O O XXX
11T Tamás Homonnay Ungheria Ungheria 4,10 - - O O XXX
11T Lennart Lind Svezia Svezia 4,10 - O O O XXX
13 Milan Milakov Jugoslavia Jugoslavia 4,10 - O XO O XXX
14T Rigas Efstathiadis Grecia Grecia 3,95 - O O XXX
14T Torfi Bryngeirsson Islanda Islanda 3,95 - O O XXX
16 Erling Kaas Norvegia Norvegia 3,80 - O XXX
17 Theodosios Balafas Grecia Grecia 3,80 O O XXX
18T Juno Ensio Piironen Finlandia Finlandia 3,80 - XO XXX
18T Zeno Dragomir Romania Romania 3,80 - XO XXX

Robert Richards, forse caso unico nell'atletica ai Giochi, è un sacerdote della Chiesa metodista. Dopo la vittoria si inginocchia sulla pista per raccogliersi in preghiera.
L'anno precedente Richards era stato premiato come migliore atleta USA negli sport non professionistici («James E. Sullivan Award»).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Organising Committee for the XIV Olympiad, Athletics in The Official Report of the Organising Committee for the XV Olympiad Helsinki 1952, Porvoo, Werner Söderström Osakeyhtiö, 1955. URL consultato il 14 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]