Ati Soss

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ati Soss (Lubiana, 5 maggio 1930Lubiana, 21 settembre 1986) è stato un avvocato e compositore sloveno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1930[1], dopo aver ottenuto la laurea in una accademia musicale, aver compiuto studi di clarinetto e essersi laureato alla Facoltà di giurisprudenza inizia la sua attività inizialmente come avvocato ma in seguito come compositore. In seguito si trasferisce in Francia, perfezionando i suoi studi in clarinetto e sassofono, dove ha collaborato con vari gruppi musicali e musicisti[2]. Ritornato a Lubiana, sua città natale, diventa primo sassofono contralto e solista nella RTV Slovenia Symphony Orchestra. Ha inoltre scritto o arrangiato alcuni brani per album discografici dagli anni '60 fino a poco prima della sua morte per a Tihomir Petrović, Vinko Globokar, Majda Sepe e Elda Viler tra gli altri[3] per un totale di circa quattrocento canzoni tra cui alcune per alcuni partecipanti al Slovenska popevka[4]. Nel 1980 ha vinto il Premio Prešeren per il suo contributo nel genere musicale jazz[5].

Ha svolto un'attività concertistica in alcune zone oltre il territorio nazionale tra cui in Russia, Italia, Germania, Austria, Ungheria, Repubblica Ceca, Francia e Slovacchia[2].

Muore il 21 settembre 1986 a Lubiana all'età di 56 anni. Dopo la sua morte gli è stato dedicato un album discografico e concerti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SL) Franci Koncilija, Slovenska džezovska legenda, in Napovednik, casnik.si, 23 marzo 2013.
  2. ^ a b (SL) 3. Glasbeni večer v Paviljonu na Kongresnem trgu - A tribute to Ati Soss (Lubiana), zurnal24.si, 18 luglio 2012. URL consultato il 23 marzo 2013.
  3. ^ (SL) Alenka Zgonik, Ati Soss, kot ga čutimo danes, 6 luglio 2011. URL consultato il 23 marzo 2013.
  4. ^ (EN) John Shepherd, Continuum encyclopedia of popular music of the world, Continuum, 2005, pp. 1712 pagine. URL consultato il 23 marzo 2013.
  5. ^ (SL) Nagrade Prešernovega sklada Ime in priimek Delo (PDF), mk.gov.si. URL consultato il 23 marzo 2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN305642880
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie