Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Italiana Sclerosi Multipla
Logo AISM ita.png
AbbreviazioneAISM
TipoAPS, ONLUS
Fondazione1968
ScopoSostegno alla ricerca sulla sclerosi multipla
Sede centraleItalia Roma
IndirizzoVia Cavour 181/A, I-00184 Roma
Altre sediGenova (sede nazionale)
Area di azioneItalia Italia
PresidenteItalia Francesco Vacca
Sito web

L'Associazione Italiana Sclerosi Multipla, abbreviata con l'acronimo AISM, è un'organizzazione di promozione sociale senza scopo di lucro, nata a tutela e rappresentanza delle persone affette da sclerosi multipla, una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale, nonché per la promozione e il finanziamento della ricerca scientifica di contrasto a tale malattia.

Fondata nel 1968 a Genova, ha nel capoluogo ligure la sua sede operativa e nazionale, mentre invece la sua sede legale è a Roma.

Compiti[modifica | modifica wikitesto]

L'AISM si occupa di vari compiti quali[1]:

  • promozione e finanziamento della ricerca scientifica;
  • fornitura di servizi socio-sanitari alle persone colpite dalla malattia e alle famiglie;
  • assistenza nel rappresentare i diritti delle persone colpite dalla malattia.

Una volta l'anno viene indetta la Settimana nazionale della SM durante la quale viene fatto il punto della situazione su come l'AISM sta operando[2].

Campagne[modifica | modifica wikitesto]

L'AISM inoltre per raccogliere i fondi indice delle campagne a cui aderiscono vari personaggi famosi.

La Gardensia di AISM[modifica | modifica wikitesto]

La Gardenia di AISM nasce nel 1997 con il nome Fiorincittà, poi modificato con l'attuale denominazione nel 2006; si tratta di una campagna che viene fatta in concomitanza con l'8 marzo, durante la giornata internazionale della donna[3].

Alla campagna promozionale aderiscono nel 2010 Valentina Vezzali, Antonella Ferrari, Noemi, Michela Andreozzi e Carolina Di Domenico[4], l'anno seguente si aggiunge anche Marianna Morandi[5]: si tratta delle sei testimonial in carica. Lo spot è stato realizzato sulle note del brano Briciole di Noemi[4].

Dal 2017 la manifestazione ha cambiato nome diventando "La Gardensia di AISM" a seguito dell'introduzione della pianta di Ortensia al fianco della storica Gardenia.

La Mela di AISM[modifica | modifica wikitesto]

La mela di AISM è una campagna promozionale che nasce nel 1994 e si svolge annualmente ad ottobre[6]; oggi vede come testimonial Roberto Vecchioni, Noemi, Antonella Ferrari e Giampaolo Panero[7].

La Settimana Nazionale dei Lasciti[modifica | modifica wikitesto]

La Settimana Nazionale dei Lasciti[8] è una campagna che nasce nel 2005 al fine di sensibilizzare e informare la cittadinanza sul tema del lascito testamentario. La campagna è realizzata su tutto il territorio nazionale con il patrocinio e la collaborazione del Consiglio Nazionale del Notariato[9][10].

Le Erbe Aromatiche di AISM[modifica | modifica wikitesto]

In occasione della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla[11] a Maggio, l'associazione in alcune città presenzia con banchetti dove vengono donate erbe aromatiche, il ricavato di tale manifestazione viene devoluto alla FISM.

Vuoi il mio numero? Prendi nota, dai il tuo 5x1000 a FISM[modifica | modifica wikitesto]

Vuoi il mio numero? è una campagna promozionale, che ha lo scopo la donazione del 5x1000 a FISM[12]; e vede come testimonial la conduttrice televisiva Paola Perego e il calciatore Gianluca Zambrotta[13][14].

Regali Solidali AISM[modifica | modifica wikitesto]

Ogni occasione è buona per sostenere i la ricerca sulla sclerosi multipla! All'interno della piattaforma Regali Solidali AISM[15] tantissime proposte per un regalo o una bomboniera solidale, per festeggiare i tuoi momenti speciali e per dare il proprio contributo alla ricerca sulla sclerosi multipla.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AISM, su aism.it.
  2. ^ Settimana nazionale AISM, su aism.it. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2011).
  3. ^ La gardenia dell'AISM, su aism.it. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2011).
  4. ^ a b Spot A.I.S.M., su aism.it. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  5. ^ La Gardenia dell'A.I.S.M. 2011, su youtube.com.
  6. ^ La Mela di AISM, su sostienici.aism.it. URL consultato il 22 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2015).
  7. ^ Una mela per la vita [collegamento interrotto], su agi.it.
  8. ^ HercoleTV, AISM, SETTIMANA NAZIONALE DEI LASCITI 2017, 18 gennaio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  9. ^ Settimana dei lasciti, le risposte dei notai, in Vita, 10 gennaio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2017).
  10. ^ Settimana Nazionale dei lasciti AISM: dal 23 al 29 gennaio 2017 tanti incontri sul territorio con i notai per fare cultura sui lasciti solidali., su notariato.it. URL consultato il 6 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2017).
  11. ^ Con Le Erbe Aromatiche di AISM dai alla ricerca sulla sclerosi multipla un nuovo gusto, su AISM | Associazione Italiana Sclerosi Multipla, 3 dicembre 2018. URL consultato il 29 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2020).
  12. ^ Vuoi il mio numero? Prendi nota, dai il tuo 5x1000 a FISM [collegamento interrotto], su pubblicitaitalia.it.
  13. ^ Paola Perego e Gianluca Zambrotta al fianco di AISM per il 5 per 1000 'Vuoi il mio numero?' - Pubblicità Italia - Libero 24x7, su 247.libero.it. URL consultato il 17 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2015).
  14. ^ Sclerosi Multipla, Paola Perego e Gianluca Zambrotta lanciano campagna 5X1000, su osservatoriomalattierare.it. URL consultato il 17 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2015).
  15. ^ AISM: scopri e visita lo shop online | AISM, su regalisolidali.aism.it. URL consultato il 1º ottobre 2022 (archiviato il 17 novembre 2020).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN140898427 · ISNI (EN0000 0004 5906 6100 · LCCN (ENn98020707 · WorldCat Identities (ENlccn-n98020707