Antonella Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonella Ferrari (Milano, 2 settembre 1970) è un'attrice e scrittrice italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nata artisticamente come ballerina, a causa della sclerosi multipla, è stata costretta a rinunciare alla danza per dedicarsi allo studio della recitazione, diventando così un'attrice di teatro. Nel 2002 è stata protagonista del musical I re del mambo, per la regia di Giacomo Frassica e Giuliano Manetti. Negli anni successivi ha avuto il ruolo principale in Uomo mortale e Prima che il gallo canti, entrambi di Giuseppe Naretto.

Nel 2001 ha debuttato in televisione nella soap opera Centovetrine, dove è rimasta nel cast ricorrente per cinque anni. Ha recitato anche in fiction televisive e film per la tv, tra i quali spicca nel 2007 la partecipazione a La squadra, nel ruolo ricorrente della temutissima Pubblico Ministero Elisa Grossi.

Dal 2010 su proposta di Alfonso Signorini, cura sul settimanale Chi la rubrica "Un sorriso nel dolore", per dialogare con quanti si trovano ad affrontare la sofferenza continuando, però, a vivere, lavorare e sperare.

Nel 2012 ha scritto l'autobiografia Più forte del destino - Tra camici e paillettes. La mia lotta alla sclerosi multipla, nella quale racconta l'inizio della sua carriera da ballerina, l'approdo in televisione e i problemi di salute fino alla diagnosi della malattia, con la contrapposizione fra il carattere forte e iperattivo e un corpo che non sempre risponde ai comandi. Le vicende raccontate, a tratti drammatiche, offrono nonostante tutto l'occasione di sorridere e sperare. Devolve parte dei proventi del libro all'Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Nel 2013 ha adattato per il teatro l'autobiografia e l'ha portata in scena con il medesimo titolo sino al 2020. La commedia agrodolce racconta la lotta alla sclerosi multipla con toni leggeri e commoventi.

Dal 2001 è testimonial dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla nelle campagne La gardenia dell'AISM, Una mela per la vita e in tutte le altre attività associative

Nel 2021 Amadeus l'ha voluta sul palco del Teatro Ariston al Festival di Sanremo, con un pezzo del suo spettacolo teatrale che ha emozionato tutto il pubblico.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Come un fantasma (1999/2000)
  • L'uomo volante (2015)

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Harvey il Pook (1992)
  • Provaci ancora Sam (1993)
  • La strana coppia (1994)
  • No non è la gelosia (1995)
  • Gnu Age - Bufale spirituali (1998)
  • Monologhi di Franca Rame (2000/2002)
  • I re del mambo (2002), musical, regia di Giacomo Frassica e Giuliano Manetti
  • Uomo Mortale (2003/2010), regia di Massimo de Vita
  • Prima che il gallo canti (2004), regia di Oreste Valente
  • Più Forte del Destino (2013-2019)

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2006 è stata nominata "Donna D'Eccezione" dall'Unesco a Parigi.
  • Nel 2012 le è stato conferito il "Premio Albori" per il Teatro.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 2 giugno 2013[1]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Più forte del destino - Tra camici e paillettes. La mia lotta alla Sclerosi Multipla, Mondadori, (2012)
  • Note di poesia - Audible (2020), audiolibro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrari Sig.ra Antonella su quirinale.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]