Arsenali medicei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arsenali Medicei
Arsenali Medicei - Pisa.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàPisa
IndirizzoLungarno Simonelli
Coordinate43°42′53.32″N 10°23′32.03″E / 43.71481°N 10.39223°E43.71481; 10.39223Coordinate: 43°42′53.32″N 10°23′32.03″E / 43.71481°N 10.39223°E43.71481; 10.39223
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1540
Usomuseo
Realizzazione
CommittenteGranducato di Toscana Granducato di Toscana

Gli Arsenali Medicei sono un insieme di edifici cinquecenteschi che sono stati dedicati alla costruzione navale. Si trovano ubicati sul lungarno pisano, in Toscana.

Costruiti nei pressi dell'antica area della Terzanaia, oggi conosciuta come Cittadella, si tratta di una evoluzione rispetto agli arsenali repubblicani già presenti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato su disegno di Bernardo Buontalenti[1], l'edificio è stato costruito durante gli anni di potere di Cosimo I (1537-1574) come parte della sua ampia politica di riorganizzazione territoriale dopo la caduta di Pisa nel 1509.

Pianta e prospetto degli arsenali medicei in un disegno di Edmund Dummer, 1682-1685.

Il complesso è composto da otto navate impostate su archi poggianti. Già aperti prima del 1540, i cantieri sono subito stati attivi con la produzione delle galee, alimentati da ordini dal porto di Livorno e dell'Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano.[2]

Sul retro, nel giardino condiviso col vecchio convento di San Vito, era in passato presente il primo orto botanico universitario, attivo dal 1544 al 1563 chiamato "Il Giardino dei Semplici" e successivamente trasferito nella sua sede attuale.[3]

Nel XVII secolo, il suo sviluppo è ostacolato dalla costruzione di nuovi arsenali concorrenti situati a Livorno e Portoferraio oltre che da una differente politica marittima.[2] Nel secolo successivo, continua la sua attività mediante ordini privati fino al XIX secolo, quando sotto i Lorena gli arsenali diventano la sede di una scuderia reale.[2]

Durante la seconda guerra mondiale, tutta la zona subisce i bombardamenti aerei e una delle sue navate è distrutta.

Dopo un restauro della struttura iniziato nel 2013[4], gli Arsenali Medicei ospitano il museo ancora in fase di allestimento sulle navi antiche scoperte dell'area della stazione di Pisa San Rossore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Cami, Arsenale, Wolters Kluwer Italia 2013-2014. URL consultato il 19 maggio 2015.
  2. ^ a b c Arsenali Medicei, su brunelleschi.imss.fi.it. URL consultato il 20 giugno 2018.
  3. ^ Francesca Simonetti, Il 1° Orto Botanico universitario al mondo era a Pisa, dietro gli Arsenali Medicei, su pisainformaflash.it, 21 giugno 2018. URL consultato il 22 giugno 2018.
  4. ^ Arsenali Medicei: al via i lavori di restauro, in il Tirreno, 5 febbraio 2013. URL consultato il 20 giugno 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145668819 · LCCN (ENnb2004303639 · GND (DE16283704-5