Arsenali medicei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pianta e prospetto degli arsenali medicei in un disegno di Edmund Dummer, 1682-1685.

Gli arsenali medicei sono un insieme di edifici cinquecenteschi che sono stati dedicati alla costruzione navale. Si trovano ubicati sui lungarni pisani, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato su disegno di Bernardo Buontalenti[1], l'edificio è stato costruito durante gli anni di potere di Cosimo I (1537-1574) come parte della sua ampia politica di riorganizzazione territoriale. Il complesso è composto da otto navate impostate su archi poggianti. All'apertura, i cantieri stanno vivendo un periodo d'oro - con la produzione delle galee - alimentati da ordini dal porto di Livorno e dell'Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano. Nel XVII secolo, il suo sviluppo è ostacolato dalla costruzione di un arsenale concorrente situato a Livorno. Nel secolo successivo, continua la sua attività mediante ordini privati fino al XIX secolo, quando gli arsenali diventano la sede di una scuderia reale. Durante la seconda guerra mondiale, tutta la zona subisce i bombardamenti aerei e una delle sue navate è distrutta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Cami, Arsenale, Wolters Kluwer Italia 2013-2014. URL consultato il 19 maggio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]