Armando Vezzelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Armando Vezzelli (Genova, 29 luglio 1892Gusen, 4 ottobre 1944) è stato un antifascista, partigiano e politico italiano, nonché uno dei capi degli Arditi del Popolo di Genova.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si era diplomato maestro a Modena e aveva combattuto nella Prima guerra mondiale. A Genova, nel primo dopoguerra, esercitò il suo lavoro di insegnante e a Borgoratti fondò il Circolo "Avanti", che poi prese il nome di "Ordine Nuovo" divenendo attivo organizzatore dei circoli operai [1]. Fu delegato di Genova al XVII Congresso del Partito Socialista Italiano di Livorno ove fu tra i fondatori del Partito Comunista.[2][3]

Come segretario della sezione della Lega proletaria fra i reduci di guerra, Vezzelli fu tra i fondatori degli arditi del popolo tra gli operai liguri [4], organizzandoli in squadre d'azione per combattere i fascisti [5].

Durante il fascismo sospese l'attività politica per motivi famigliari. Nel corso della seconda guerra mondiale riprese contatti col Partito comunista italiano, partecipò attivamente alla Resistenza guidando giovani a formare gruppi di resistenti fino alla sua cattura [6] avvenuta nel febbraio 1944.

Dopo il suo arresto fu inizialmente imprigionato nel campo di Fossoli, poi deportato a Mauthausen e quindi trasferito nel lager di Gusen, dove morì il 4 ottobre 1944.

A lui è dedicata una via di Genova [7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ p. 75-76, G. Bianco, G. Perillo (1975)
  2. ^ (IT) Donne e Uomini della Resistenza: Armando Vezzelli, in ANPI. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  3. ^ (IT) 25 aprile 2014: la Marcia del Levante, dal Risorgimento alla Resistenza, in mentelocale.it, 24 aprile 2014. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  4. ^ p 87, I. Fuschini (1994)
  5. ^ p. 151, G. Isola (1990)
  6. ^ p.16 Contributi per la Storia della Resistenza in Liguria, Volume 2, 1968
  7. ^ Mappa di Genova - Passo Armando Vezzelli, 4 - CAP 16132 | TuttoCittà, su TuttoCittà. URL consultato il 29 ottobre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Questo testo proviene in parte, o integralmente, dalla relativa voce del progetto Donne e Uomini della Resistenza, opera dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, pubblicata sotto licenza Creative Commons CC-BY-3.0 IT
  • Gino Bianco, Gaetano Perillo, I Partiti operai in Liguria nel primo dopoguerra, Istituto Storico della Resistenza in Liguria, 1965
  • Ivan Fuschini, Gli Arditi del popolo,Longo, 1994
  • Gianni Isola, Guerra al regno della guerra!: storia della Lega proletaria mutilati invalidi reduci orfani e vedove di guerra (1918-1924),Le Lettere, 1990
  • Piero Fossati, Armando Vezzelli: antieroe antifascista di una famiglia fra tradizione e futuro, in Storia e memoria, vol. 20, nº 2, Istituto storico della Resistenza in Liguria, 2011, pp. 33-79.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]