Arcieparchia di Tripoli dei Maroniti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcieparchia di Tripoli dei Maroniti
Archieparchia Tripolitana Maronitarum
Chiesa maronita
Arcivescovo Georges Bou-Jaoudé, C.M.
Sacerdoti 190 di cui 130 secolari e 60 regolari
777 battezzati per sacerdote
Religiosi 66 uomini, 140 donne
Battezzati 147.800
Parrocchie 126
Erezione XVII secolo
Rito rito antiocheno
Indirizzo Rue Al-Moutran, Karm Sada, B.P. 104, Tripoli, Liban
Sito web www.maronitediocesetripoli.org
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch? · gc?)
Chiesa cattolica in Libano

L'arcieparchia di Tripoli dei Maroniti (in latino: Archieparchia Tripolitana Maronitarum) è una sede della Chiesa maronita in Libano. Nel 2014 contava 147.800 battezzati. È retta dall'arcivescovo Georges Bou-Jaoudé, C.M.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia estende la sua giurisdizione sui fedeli maroniti nella parte nord-occidentale del Libano.

Sede arcieparchiale la città di Tripoli nel Libano, dove si trova la cattedrale di San Michele.

Il territorio è suddiviso in 126 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sede risale al XVII secolo.

L'arcieparchia fu eretta canonicamente nel sinodo maronita del Monte Libano del 1736. Inizialmente comprendeva tutto il territorio costiero da Tripoli a Laodicea.

Nel 1840 acquisì una decina di villaggi, sottratti da Propaganda Fide all'eparchia di Gibail e Botra.

Il 16 aprile 1954 cedette i territori che si trovavano in Siria a favore dell'erezione dell'amministrazione apostolica di Laodicea (in seguito divenuta eparchia di Laodicea).

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • ...
  • Raffaele Haklani † (prima del 17 luglio 1779 - dopo il 1787)
  • Ignazio Gazeno † (prima del 1795 - dopo il 1809)
  • Youssef Hobaish † (30 gennaio 1820 consacrato - 3 maggio 1824 confermato patriarca di Antiochia)
  • Paul Moise Musa † (2 marzo 1826 - ?)
  • Estephan Auad (Stefano Evodio) † (15 dicembre 1878 consacrato - aprile 1908 deceduto)
  • Antoun Arida † (7 giugno 1908 - 13 marzo 1933 confermato patriarca di Antiochia)
  • Antoine Abed † (23 aprile 1933 - 15 settembre 1975 deceduto)
  • Antoine Joubeir † (4 agosto 1977 - 2 luglio 1993 ritirato)
  • Gabriel Toubia † (2 luglio 1993 - 6 aprile 1997 deceduto)
  • Youhanna Fouad El-Hage † (7 giugno 1997 - 4 maggio 2005 deceduto)
  • Georges Bou-Jaoudé (Aboujaoudé), C.M., dal 24 settembre 2005

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia al termine dell'anno 2014 contava 147.800 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 77.000 1.330.000 5,8 136 120 16 566 47 64 135
1969 135.000  ?  ? 156 116 40 865 63 136 93
1978 190.000  ?  ? 210 119 91 904 115 45 124
1990 97.316  ?  ? 101 93 8 963 8 51 125
1999 100.000  ?  ? 141 105 36 709 46 132 124
2000 100.000  ?  ? 153 113 40 653 49 130 120
2001 100.500  ?  ? 152 108 44 661 52 162 122
2002 100.350  ?  ? 153 113 40 655 50 162 122
2003 101.350  ?  ? 145 95 50 698 56 162 122
2004 101.350  ?  ? 171 118 53 592 59 167 122
2009 139.300  ?  ? 180 120 60 773 66 140 125
2014 147.800  ?  ? 190 130 60 777 66 140 126

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Breve Non possumus in: Iuris pontificii de propaganda fide, vol. III, p. 289.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi