Antonio Sasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonio Sasso (Napoli, 15 settembre 1949) è un giornalista italiano, direttore da giugno 2001 del quotidiano napoletano Roma. Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti dal 2003

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua attività giornalistica a 16 anni come collaboratore sportivo del Roma, allora edito dall'armatore Lauro e diretto da Alberto Giovannini.

A 18 anni fonda con Gregorio Di Micco ed Enzo Pagliaro il settimanale Campania Sport.

Nel 1980 inizia la collaborazione con l'emittente televisiva Canale 21 quale conduttore e inviato del telegiornale, mentre nel 1983 è assunto dal quotidiano Napoli Notte come capo della redazione sportiva.

Nel 1985 passa col medesimo incarico a Il Giornale di Napoli dove ottiene via via incarichi di crescente responsabilità fino a quello di direttore responsabile, che lascia alla fine del 1990.

Nel novembre del 1990 viene assunto al nuovo Roma come redattore capo e successivamente come vicedirettore e, quindi, direttore nel biennio 1992-'93.

Dal 1994 al '96 è responsabile dell'ufficio stampa della Salernitana calcio, mentre nel febbraio del '96 partecipa con Pasquale Nonno alla fondazione del quotidiano La Città - Quotidiano di Napoli, subentrandone alla direzione dal 13 luglio fino al 12 ottobre quando torna al Roma, riportato in edicola da Pinuccio Tatarella. Ne è stato direttore dal 2002 al novembre 2015. Dal novembre 2015 è direttore editoriale.

È consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti dal 2003.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie