Antonio Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Bassi (Trani, 1889Trani, 1964) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Antonio nasce a Trani nel 1889, figlio dello scultore Nicola, studiò a Roma e a Vienna, "scultore di impianto classico, raggiunse una discreta fama nella regione". Basti ricordare le sculture che ha lasciato a Trani: il Monumento ai Caduti nella villa comunale; la stadua dell'Immacolata in pazza Libertà; la lapide ad Antonio Piccinni, i medaglioni posti ai quattro angoli delle due fontane che si trovano in piazza della Repubblica attorno al monumento a Bovio; il Monumento ai Caduti di Ginosa. Partecipò alla Prima Guerra Mondiale, esperienza che segnerà l'artista, dedicando molta della sua produzione al tema delle vittime della guerra. Morì a Trani nel 1964.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • il Monumento ai Caduti -1922- (cimitero di Ginosa)
  • Monumento ai Caduti -1923- (villa comunale Trani)
  • statua dell'Immacolata (piazza Libertà Trani)
  • gruppi scultorei della fontana monumentale in onore ai caduti della prima guerra mondiale (Mola di Bari, 1932)[1]
  • lapide ad Antonio Piccinni
  • i medaglioni attorno al monumento a Bovio
  • la statua della Madonna delle Grazie -1959-(S.Giovanni Rotondo)
  1. ^ Nicola Uva, Saggio storico su Mola di Bari dalle origini ai giorni nostri, Bari, Dedalo Litostampa, 1964, p. 30.