Antonio Agustín

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Agustín Albanell
arcivescovo della Chiesa cattolica
Antonio Agustín y Albanell (cropped).jpg
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato17 febbraio 1517 a Saragozza
Ordinato presbitero18 dicembre 1557
Nominato vescovo15 dicembre 1557 da papa Paolo IV
Consacrato vescovo19 dicembre 1557 dal vescovo Giovanni Giacomo Barba, O.E.S.A.
Elevato arcivescovo17 dicembre 1576 da papa Gregorio XIII
Deceduto31 maggio 1586 (69 anni) a Tarragona
 

Antonio Agustín Albanell (latinizzazione: Agustinus; Saragozza, 17 febbraio 1517Tarragona, 31 maggio 1586) è stato un giurista, teologo, storico, bibliofilo, bibliografo e arcivescovo cattolico spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò prima ad Alcalà e Salamanca, poi dal 1535 si trasferì a Bologna (dove fu allievo di Andrea Alciato e poi di Mariano Socini il giovane[1]), quindi nel 1537 a Padova (approfondendo le materie giuridiche, ma anche quelle umanistiche sotto Lazzaro Bonamico) fino al 1538; il suo ritratto è presente nella Sala dei Quaranta a Palazzo del Bo.[2] Tornato a Bologna, nel 1541 si addottorò in utroque iure. Trasferitosi a Roma nel 1544, fu uditore del Tribunale della Rota Romana ed ebbe da papa Paolo III incarichi onorifici, che gli schiusero la via della prelatura; fu vescovo di Alife nel 1557, di Lérida nel 1561 e arcivescovo di Tarragona nel 1576.[2] Prese inoltre parte al Concilio di Trento.

Tra il 1559 e il 1560 fu inviato in Sicilia come Visitatore regio da Filippo II, per indagare sulle malversazioni degli ufficiali della corte, e insieme al gentiluomo di casa di sua maestà, Juan Rodriguez Mausino, di rivedere i conti e i bilanci delle varie amministrazioni.

Ebbe vasti interessi umanistici e filologici, raccolse iscrizioni antiche e scrisse di numismatica. Parte della sua biblioteca è ospitata nell'Escorial.

Opere pubblicate[modifica | modifica wikitesto]

Filologia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Terentii Varronis pars librorum quattuor et viginti De lingua latina, Romae: apud Vincentium Luchinum, 1557
  • M. Verrii Flacci Qvae extant, et Sexti Pompei Festi de Verborum significatione, libri XX. In eundem Festum annotationes, Venetiis: Apud Ioannem Mariam Bonellvm, 1559.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • Familiae romanae quae reperiuntur in antiquis numismatibus ab urbe condita ad tempora Diui Augusti ex biblioteca Fului Vrsini, adiunctis familiis XXX ex libro Antonii Augustini, Romae: impensis haeredum Francisci Tramezini: apud Iosephum de Angelis, 1577.
  • Diálogos de medallas, inscripciones y otras antigüedades, en Tarragona: por Felipe Mey, 1587.
  • Fragmenta historicorum, collecta ab Antonio Augustino, emendata a Fulvio Ursino, Antuerpiae: Ex officina Plantiniana, apud viduam et Ioannem Moretum, 1595.
  • Dialogos de las Armas, i Linages de la Nobleza de España, En Madrid: por Juan de Zuñiga, 1734.

Diritto romano[modifica | modifica wikitesto]

  • Emendationum et opinionum libri quattuor ad Modestinum sive excusationibus liber singulares. His libris maxima juris civilis pars ex Florentinis pandectis emendatur et declaratur, Venetiis: expensis haeredum Lucae Antonii Juntae Florentini, 1543.
  • Constitutionum graecarum codicis Justiniani imperatoris, collectio et interpretatio. Juliani Antecessoris constantinopolitani novellarum ejusdem imperatoris epitome, additis latinis quibusdam novellis constitutionibus ejusdem. Cum paratitlis, siue scholiis, Ilerdae: Petrus Roburius, 1567.
  • De nominibus propriis τοῦ Πανδέκτου Florentini (1579), Tarracone: Ex officina Philippi Meii, 1579.
  • De legibus et Senatus consultis liber. Adiunctis legum antiquarum et senatusconsultorum fragmentis, cum notis Fulvi Ursini, Romae: Ex typographia Dominici Basae, 1583.

Diritto canonico[modifica | modifica wikitesto]

  • Antiquae collectiones decretalium, Ilerdae: apud Petrum Roburius et Ioannem a Villanoua, 1576.
  • Constitutionum provincialium tarraconensium libri quinque, Tarracone: Apud Philippum Mey, 1580.
  • Constitutionum synodalium Tarraconensium partes quinque, Tarracone: Apud Philippum Mey, 1581.
  • Canones poenitentiales, cum quibusdam notis, Tarracone: Apud Philippum Mey, 1582
  • Constitutiones concilii provincialis Tarraconensis editae mense novembri et decembri anni MDLXXXIV, Tarracone: Apud Phelippe Mey, 1585
  • Iuris pontificii veteris epitome, Tarracone: Apud Philippum Mey, 1587 (2a. ed. Romae: Stephanum Paulinum, 1611-1614.
  • De quibusdam veteribus canonum ecclesiasticorum collectoribus judicium, ac censura, 1611.
  • De Emendatione Gratiani dialogorum libri duo, Tarracone: Apud Philippum Mey, 1587.

Altre edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Opera omnia quae multa adhibita diligentia colligi potuerunt. 8 vol. Lucae: Typis Josephi Rocchii, 1765-1774.[3]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Socini, Mariano il Giovane, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ a b Del Negro 2015,  pag. 22.
  3. ^ Volumen primum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1765 || Volumen secundum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1766 || Volumen tertium. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1767 || Volumen Quartum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1769 || Volumen quintum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1770. || Volumen sextum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1771. || Volumen septimum. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1772. || Volumen octavo. Lucae : Typis Josephi Rocchii, 1774.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Piero Del Negro (a cura di), Clariores. Dizionario biografico dei docenti e degli studenti dell'Università di Padova, Padova, Padova University Press, 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Alife Successore BishopCoA PioM.svg
Filippo Serragli 15 dicembre 1557 - 8 agosto 1561 Diego Gilberto Nogueras
Predecessore Vescovo di Lérida Successore BishopCoA PioM.svg
Miguel Puig 8 agosto 1561 - 17 dicembre 1576 Miguel Thomas de Taxaquet
Predecessore Arcivescovo di Tarragona Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Gaspar Cervantes de Gaete 17 dicembre 1576 - 31 maggio 1586 Juan Terés
Controllo di autoritàVIAF (EN120697822 · ISNI (EN0000 0001 2149 1476 · SBN MILV024027 · BAV 495/22424 · CERL cnp01302630 · ULAN (EN500313100 · LCCN (ENn81127403 · GND (DE118647385 · BNE (ESXX839712 (data) · BNF (FRcb11885587t (data) · J9U (ENHE987007299866805171 · WorldCat Identities (ENviaf-120697822