Angelo Angeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Angelo Angeli (Tarcento, 20 agosto 1864Firenze, 1º giugno 1931) è stato un chimico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Frequentò l'Università di Padova, dove Giacomo Ciamician lo scelse come assistente a Bologna nel 1889, prima ancora di terminare gli studi. Si laureò nel 1891 e divenne libero docente due anni dopo.

Nel 1894 trascorse un breve periodo a Monaco di Baviera presso il laboratorio di von Baeyer. Insegnò chimica farmaceutica prima a Palermo e successivamente a Firenze, dove nel 1915 ottenne la cattedra di chimica organica. Fu socio dell'Accademia dei Lincei e membro onorario della Società Chimica Tedesca.

Nell'ambito degli studi strutturali, che era allora intensi, Angeli cercò la correlazione tra struttura e reattività con particolare attenzione ai composti azotati. Nel 1891 inizio a studiare l'azione degli acidi nitrico e nitroso sulle sostanze organiche e giunse a confermare la validità della struttura della canfora, già proposta da J. Bredt nel 1893.

Portano il suo nome due reazioni di chimica organica:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 36910428 SBN: IT\ICCU\RMSV\014660