Andrej Choteev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrej Choteev
Fotografia di Andrej Choteev
Nazionalità Russia Russia
Genere Musica classica
Periodo di attività 1983 – in attività
Strumento Pianoforte
Etichetta Sony Music, Berlin classics, Universal/KOCH Schwann, Accord/Musidisc, NCA/Membran
Sito web

Andrej Ivanovič Choteev (in russo Андрей Иванович Хотеев; San Pietroburgo, 2 dicembre 1946) è un pianista russo.

Studio e formazione musicale[modifica | modifica wikitesto]

Andrej Hoteev inizia lo studio del pianoforte a cinque anni. Ha viene ammesso al Conservatorio di Leningrado, studia con Nathan Perelman, quindi proseguito gli studi presso il Conservatorio di Mosca, sotto la guida del maestro Lev Naumov[1]Egli ha anche dato il suo primo concerto nel 1983 al Conservatorio di Mosca. Altri concerti in tutta la Russia hanno seguito. L'incontro con Svjatoslav Richter[2][3] nel giugno 1985 a San Pietroburgo ha avuto una profonda influenza sullo stile pianistico di Hoteev. Dopo la raccomandazione di Valery Gergiev ha avuto la possibilità di dare concerti nei Paesi Bassi al Concertgebouw di Amsterdam e in Germania a Schleswig-Holstein Musik Festival nel 1990.

Nel 1991 fa il suo debutto alla Concertgebouw di Amsterdam, Purcell Room di Londra e Laeiszhalle di Amburgo con successo, ricevendo elogi anche da giornali autorevoli come Die Welt[4], Die Zeit[5] e Frankfurter Allgemeine Zeitung[6]. Dal 1993 vive con la sua famiglia in Germania.

Concertista molto attivo, suona con le orchestre, tra cui Filarmonica di San Pietroburgo, Orquesta Sinfónica Chaikovski de la Radio de Moscú, la Orchestre Lamoureux, la Orchestre national du Capitole de Toulouse, Hamburger Symphoniker, la Orchestre national de Montpellier de France, la Netherlands Radio Symphony.

Nel 1996 ha suonato alla Salle Pleyel di Parigi, Capitole de Toulouse, Festival de Radio France, nelle Amsterdam, Londra, Bruxelles, Berlino, Madrid, Mosca. Ha collaborato con importanti direttori, come Vladimir Fedoseyev, Thomas Sanderling, Andrej Borejko, Eri Klas, Woldemar Nelsson, Pavel Kogan, Vladimir Altschuler e tanti altri, nelle maggiori sale da concerto.Ha appeares anche come pianista nei punti ad esempio con Robert Holl . Dopo aver iniziato nel 2006, Andrej Choteev funziona anche con il soprano Anja Silja aver realizzato diversi programmi artistici con lei da allora.

Prima di Hoteev del ciclo di tutte e tre concerti Tchaikovsky nelle versioni originali presso la sala grande del Conservatorio di Mosca e di Tchaikovsky Fantaisie de Concerto per pianoforte e orchestra , nel novembre 1996, che lo ha attirato l'attenzione di tutto il mondo e gli ha dato la fama di una Tchaikovsky esperto. Due anni dopo ha presentato e registrato lo stesso programma, con l'Allegro in do minore, così come la Ungarische Zigeunerweisen da Franz Liszt / Sophie Menter in un'orchestrazione di Tchaikovsky. [7][8] Un'altra attività importante è il suo lavoro con emittenti radiofoniche e televisive come NDR e DeutschlandRadio Berlino in Germania, VARA[9] e VPRO[10] Paesi Bassi, Radio Lugano Svizzera, NHK e TBS in Giappone.

Nel 2006, Andrej Choteev realizzato a Greater Sala, Amburgo un progetto con luce colorata e musica a "Prométhée, Le Poème du Feu" di Scriabin e la luce e con disegno originale a colori punteggi di Wassily Kandinsky "Immagini di una esposizione" di Mussorgsky. [11][12]

Hoteev è sposata con il pianista russa Olga Hoteeva. Insieme a lei ha pubblicato un nuovo CD nel 2012 con 22 sconosciuti trascrizioni originali di Sergei Rachmaninoff per pianoforte a quattro mani dopo Tchaikovsky di La Bella Addormentata .

Caratteristiche e repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Pianista virtuoso che nelle sue interpretazioni sa fondere energia e spontaneità, Andrej Hoteev si cimenta complessivamente con un repertorio romantico e tardoromantico, facendo di Schubert, Schumann, Liszt[13] e Brahms i suoi cavalli di battaglia. Si dedica inoltre all'esecuzione di compositori russi, oltre a Musorgskij, Pëtr Il'ič Čajkovskij, Skrjabin[14], Rachmaninov, Prokof'ev e Šostakovič.

CD parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Tchaikovsky: Piano Concert No. 3/Dumka 1993, Accord
  • Tchaikovsky: The four piano concertos, Hungarian Gypsy Melodies, Allegro c-moll in original version. 3 CDs, 1998, KOCH-Schwann
  • Russian songs: Rachmaninoff: 10 songs; Mussorgsky: Songs and Dances of Death; Scriabin: Piano Sonata No. 9 Black Mass with Anja Silja, soprano. Recording: Berlin, Jesus Christus Kirche, 2009, Sony/RCA Red Seal
  • Tchaikovsky/Rachmaninoff: Sleeping Beauty/Dornröschen. Great Ballet-Suite for piano for four hands. Andrej Hoteev and Olga Hoteeva, piano. 2012, NCA-World premiere[15]
  • “Pure Mussorgsky”: Pictures at an Exhibition & Songs and Dances of Death - played from the original manuscripts; Andrej Hoteev(piano) and Elena Pankratova(soprano). Berlin classics / Edel 2014[16]

DVD parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Mussorgsky: Pictures at an Exhibition, 2001
  • Prokofiew: Piano Sonata No. 6. (Op. 82), 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Андрей Хитрук “Защитник окружающей среды“ Российский музыкант № 3 (1233), апрель 2005
  2. ^ Andrej Hoteev über Sviatoslav Richter
  3. ^ Jürgen Kesting:[1]"Andrej Hoteevs Hommage für Richters singende Finger" Hamburger Abendblatt vom 04.06.2010
  4. ^ Lesle Lutz, Verschlüsselte Klangbotschaften werden jetzt enthüllt, Die Welt, 27 marzo 2000. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  5. ^ Juergen Kesting, Ein düsterer Romantiker, Die Zeit, 12 novembre 1998. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  6. ^ Biography entry, International Who's who in music
  7. ^ Sophie Menter auf mugi.hfmt-hamburg.de
  8. ^ Juergen Kesting, Ein düsterer Romantiker, Die Zeit, 12 novembre 1998. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  9. ^ [2]
  10. ^ [3]
  11. ^ Berard von Günter, Musik sehen, Farbe hören, Hamburger Abendblatt, 29 agosto 2006. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  12. ^ Morgen Post September 6th 2006 Eroeffnung
  13. ^ Lesle Lutz, Ein olympisches Programm, Die Welt, 7 giugno 2010. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  14. ^ Cornélie Hoendervanger, “Pianorecital van Hotéev: een schokkende ervaring”, Eindhovens Dagblad, 4 december 1995
  15. ^ Lutz Lesle: Review on "The Sleeping Beauty", Concerti 2012
  16. ^ Andrej Hoteev: Bilder einer Ausstellung + Lieder und Tänze des Todes

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Il parametro "Andrej Hoteev" non corrisponde a nessun progetto riconosciuto dal template (EN) Andrej Choteev su AllMusic, All Media Network.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 61082918 · LCCN: no00013136 · GND: 135096499 · BNF: cb14187982w (data)