Andrea Venturi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Venturi (Bologna, 4 luglio 1963) è un fumettista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il liceo artistico e l'Accademia di Belle Arti, inizia la carriera professionale come grafico pubblicitario. Successivamente avvia una collaborazione con lo studio di Bruno Bozzetto, per cui disegna fondali di cartoni animati. Nel 1989 si affaccia invece sul settore fumettistico disegnando una storia breve pubblicata sulla rivista Mostri della Edizioni Acme.

Successivamente viene arruolato nel team di disegnatori di Dylan Dog di Sergio Bonelli Editore. Il primo episodio con i suoi disegni è L'uomo che visse due volte, pubblicato sul numero 67 nell'aprile 1992. Due anni più tardi disegna L'uccisore di indiani, storia scritta da Claudio Nizzi e apparsa sull'Almanacco del West 1996 con cui approda a Tex.

Proprio nel 1996 Venturi lascia Dylan Dog per diventare il copertinista di Magico Vento, la nuova serie di Gianfranco Manfredi. Due anni più tardi esordisce anche sulla serie regolare di Tex con il numero 451, scritto da Claudio Nizzi e intitolato Oppio! (maggio 1998). La sua ultima copertina per Magico Vento è quella realizzata per il numero 31 (La bestia di Hogan, dicembre 1999), dal momento che poi passa ad occuparsi esclusivamente di Tex, testata per cui lavora ancora attualmente.

Nel 2013 esce uno Speciale Tex (cosiddetto Texone) da lui eseguito, con titolo I pionieri, su sceneggiatura di Mauro Boselli.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con la fumettista giapponese Keiko Ichiguchi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Keiko Ichiguchi e Andrea Venturi, in https://house-of-mystery.blogspot.it/, 2 gennaio 2012. URL consultato il 30 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN166754801 · ISNI (EN0000 0001 1401 6861 · SBN IT\ICCU\MODV\127608 · BNF (FRcb169361853 (data)