Andrea Lenzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Lenzi (Bologna, 20 aprile 1953) è un medico italiano, Professore ordinario di Endocrinologia.
Dirige la sezione di Fisiopatologia medica ed Endocrinologia del dipartimento di Medicina Sperimentale della Sapienza Università di Roma.
Dal 2007 al 2017 è stato Presidente del Consiglio universitario nazionale – CUN, organo elettivo di rappresentanza del sistema universitario nazionale, di cui era membro dal 1997.

Dal 2016 è Presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Comitato Nazionale dei Garanti per la Ricerca del MIUR

.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia si trasferisce a Roma nel 1957 e, nel 1977, si laurea in Medicina e Chirurgia all'università Sapienza di Roma. Si specializza in Endocrinologia nello stesso ateneo nel 1980, in Andrologia all'Università degli Studi di Pisa nel 1983 e in Fisiopatologia della riproduzione umana ed educazione demografica all'università degli Studi di Napoli Federico II, nel 1986.

Nel 1983 e nel 1984 frequenta a Parigi l'Istituto Pasteur Dal 1988 al 1989 frequenta invece la Burn Hall Clinic di Cambridge, sotto la direzione di Robert Geoffrey Edwards, Premio Nobel per la medicina nel 2010, per un perfezionamento in laboratorio in gametologia e fisiopatologia della riproduzione.

È autore di oltre 750 pubblicazioni scientifiche[1]. Ha pubblicato oltre 150 manuali, trattati, capitoli di libri e monografie.

Presidente della Società Italiana di Endocrinologia (SIE) nel biennio 2015-2017, attualmente Presidente della Fondazione per la Ricerca SIE (FoRiSIE).

Dal 2005 al 2018 ha coordinato la Conferenza nazionale permanente dei Presidenti dei corsi di laurea di medicina e chirurgia di cui ora presiede l'Associazione. Presiede inoltre l’Intercollegio dei settori disciplinari di Area Medica.

Nel 2007 è eletto Presidente del Consiglio universitario nazionale[2], viene poi rieletto nella stessa carica nel 2011[3] e nuovamente nel 2013[4]. Lascia l'incarico nel 2017.

Dal 2013 è membro del Consiglio Superiore di Sanità e presiede la V Sezione sui farmaci, presidi medico-chirurgici e prodotti chimici ad uso medico. È membro del Comitato nazionale dei Garanti per la Ricerca del MIUR, del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della salute e della Commissione ECM Agenas.

Nel mese di giugno 2016 con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri è nominato Presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Direttore Sezione di Fisiopatologia Medica, Endocrinologia e Scienza della Alimentazione del Dipartimento Medicina Sperimentale, Sapienza Università di Roma, della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e malattie del Metabolismo; del Dottorato di Ricerca in Scienze Endocrinologiche e del Centro Interuniversitario di Ricerca di Andrologia Sperimentale (CASPER).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su experts.scival.com. URL consultato il 5 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2014).
  2. ^ Copia archiviata, su cun.it. URL consultato il 5 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2014).
  3. ^ Rinnovato il Consiglio Universitario Nazionale
  4. ^ http://www.cun.it/media/119028/informacun_2013_02_13_120.pdf

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita

Consiglio universitario nazionale - CUN

Sapienza università di Roma

Sapienza Università di Roma - Profilo di Andrea Lenzi

Controllo di autoritàVIAF (EN307325479 · SBN IT\ICCU\BVEV\053480 · ORCID (EN0000-0002-7711-0465