Andrea Battistini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andrea Battistini (Bologna, 9 maggio 1947) è un critico letterario e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bologna il 9 maggio 1947, è divenuto nel 1984 professore ordinario di letteratura italiana presso l'Alma mater studiorum - Università di Bologna,[1] in cui è stato anche direttore del Dipartimento di Italianistica dal 1993 al 1996 e del Collegio superiore dalla fondazione dell'istituto fino al 2001. Dal 2012 al 2015 è stato uno dei consiglieri d'amministrazione della sua università.

I suoi lavori (oltre 700 titoli pubblicati, alcuni dei quali tradotti in inglese, giapponese, tedesco, spagnolo, francese, ungherese e portoghese), hanno abbracciato soprattutto il Seicento e il Settecento, principalmente nelle figure di Galileo Galilei e di Giambattista Vico, autori entrambi di cui ha curato diverse edizioni delle opere. Si è inoltre occupato del genere autobiografico, del Barocco, della retorica, di Dante Alighieri.

È direttore della rivista "Intersezioni" e condirettore della rivista "Poetiche". Fa inoltre parte dei comitati scientifici delle riviste "Critica letteraria", "Annali d'Italianistica", "Quaderni d'Italianistica", "Galilaeana", "Esperienze Letterarie", ed altre. È membro del Centro di studi muratoriani dal 1984; socio residente della Commissione per i testi di lingua dal 1988; dell'Accademia degli Incamminati dal '98; dell'Accademia degli Agiati dal 2003; dell'Accademia d'Arcadia dal 2004; dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna dal 2005. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 1996, ha fatto parte del Consiglio direttivo dell'ADI fino al 2012. È presidente dell'Accademia Pascoliana di San Mauro Pascoli e membro dei comitati per le edizioni nazionali delle Opere di Giovanni Pascoli e Renato Serra. Nel 2011 gli è stato assegnato il Premio Letterario «Città di Leonforte» per la saggistica. Nel 2015 gli è stato conferito dall'Accademia Nazionale dei Lincei il Premio «Maria Teresa Messori Roncaglia ed Eugenio Mari» destinato a un letterato. È cittadino onorario del Comune di Alberona (Foggia) e di San Mauro Pascoli (Forì-Cesena).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La degnità della retorica. Studi su G.B. Vico, Pisa, Pacini, 1975.
  • Letteratura e scienza, Bologna, Zanichelli, 1977.
  • Le parole in guerra. Lingua e ideologia dell'«Agnese va a morire», Ferrara, Bovolenta, 1982.
  • Nuovo contributo alla bibliografia vichiana (1971-1980), Napoli, Guida, 1983.
  • B. Barilli, Capricci di vegliardo e taccuini inediti, a cura di A. B. e A. Cristiani, Torino, Einaudi, 1989.
  • Le figure della retorica. Una storia letteraria italiana (con Ezio Raimondi), Torino, Einaudi, 1990.
  • Lo specchio di Dedalo. Autobiografia e biografia, Bologna, Il Mulino, 1990.
  • G. B. Vico, Opere, a cura di A. B., Milano, Meridiani Mondadori, 1990.
  • G. Galilei, Sidereus Nuncius, a cura di A. B., Venezia, Marsilio, 1993.
  • D. Alighieri, La «Vita nuova» e le Rime, a cura di A. B., Roma, Salerno Editrice, 1995.
  • La sapienza retorica di Giambattista Vico, Milano, Guerini e Associati, 1995. [ISBN] 88-7802-584-4
  • Il Barocco. Cultura, miti, immagini, Roma, Editrice Salerno, 2000. [ISBN] 88-8402-316-5
  • Galileo e i Gesuiti. Miti letterari e retorica della scienza, Milano, Vita e pensiero, 2000. [ISBN] 88-343-0514-0
  • Sondaggi sul Novecento, Cesena, Società Editrice «Il Ponte Vecchio», 2003. [ISBN] 88-8312-304-2
  • Vico tra antichi e moderni, Bologna, Il Mulino, 2004. [ISBN] 88-15-10196-9
  • Galileo, Bologna, Il Mulino, 2011. [ISBN] 88-15-23239-7
  • G. Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo, a cura di A. Battistini, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2012.
  • «La Critica», in La letteratura della nuova Italia, Croce e Gentile. La cultura italiana e l’Europa, sotto la direzione di M. Ciliberto, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2016, p. 91-99. [ISBN] 88-12-00577-2
  • La retorica della salvezza. Studi danteschi, Bologna, Il Mulino, 2016. [ISBN] 88-15-26428-2
  • Francesco Lana Terzi, Prodromo all’Arte Maestra, a cura di A.B., Brescia, Morcelliana, 2016, pp. 389.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Direttore del collegio superiore Successore
- 1998-2001 Dario Braga
Controllo di autorità VIAF: (EN27060581 · ISNI: (EN0000 0001 2095 7844 · SBN: IT\ICCU\CFIV\021268 · LCCN: (ENn79089173 · GND: (DE133981193 · BNF: (FRcb11890560s (data)