Amédée de Caix de Saint-Aymour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amédée de Caix de Saint-Aymour

Amédée de Caix de Saint-Aymour, visconte (Senlis, 1843Parigi, 1921), è stato un linguista, archeologo e storico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Amédée de Caix de Saint-Aymour[1] (distorsione dall'originale "Saint-Amour") visse nell'antico castello d'Ognon (vedi foto) situato nel comune d'Ognon nell'Oise. Studiò linguistica e legge e scrisse, nel 1867, “La langue latine etudiée dans l'unité indoeuropéenne“.

Fu consigliere generale dell'Oise. Collaborò alla "Grande encyclopédie", alla "Revue des deux mondes" ed alla "Revue nobiliaire". [2]

Divenuto in seguito archeologo, fondò il “Comité Archéologique” di Senlis[2] nel 1862 e ne fu vicepresidente dal 1919 al 1921. Nel 1869 fu a capo di una spedizione archeologica in Bosnia-Erzegovina di cui pubblicò un libro "Les Pays sud-slaves de l'Austro-Hongrie" (1883).

Scavi archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Scritti d'archeologia[modifica | modifica wikitesto]

Altre opere storico-politiche[modifica | modifica wikitesto]

Castello d’Ognon

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN44448137 · ISNI (EN0000 0001 1025 8935 · LCCN (ENno2004111851 · GND (DE123147867 · BNF (FRcb13476926b (data)