Alpicella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Varazze.

Alpicella
frazione
Alpicella – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
ProvinciaProvincia di Savona-Stemma.png Savona
ComuneVarazze-Stemma.png Varazze
Territorio
Coordinate44°24′18″N 8°32′12″E / 44.405°N 8.536667°E44.405; 8.536667 (Alpicella)Coordinate: 44°24′18″N 8°32′12″E / 44.405°N 8.536667°E44.405; 8.536667 (Alpicella)
Altitudine405 m s.l.m.
Abitanti531
Altre informazioni
Cod. postale17019
Prefisso019
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantialpicellini
Patronosant'Antonio abate
Madonna del Carmine
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Alpicella
Alpicella
Sito istituzionale

Alpicella è una frazione di 531 abitanti del comune di Varazze, in provincia di Savona, insieme a Castagnabuona, Cantalupo, Casanova, Pero, Faje e Piani d'Invrea. È raggiungibile in auto in circa dodici minuti dal centro di Varazze e in circa quattro minuti dalla frazione Pero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente chiamata Cella delle Alpi o piccola Alpe, Alpicella ha origini remote, si ritiene che i primi insediamenti possano risalire infatti al IV secolo a.C.: ne sono dimostrazione i relativi ritrovamenti archeologici. A quel tempo la località diede ospitalità a uomini soprattutto cacciatori e raccoglitori.

In epoca romana, divenne centro rurale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Reperti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Alpicella è sede di un museo che espone reperti archeologici di epoca neolitica di tutta la zona del Comune di Varazze. Nei pressi della località si trova, inoltre, una via megalitica lastricata che presenta un recinto di pietre verticali orientate verso il Monte Greppino.

Sempre nelle vicinanze è stato scoperto nel 1977 il Riparo sottoroccia di Fenestrelle del neolitico medio. L'area presenta inoltre diversi altri rilevamenti archeologici: menhir, incisioni rupestri e pietre "à polissoir" ed edifici rurali dalla tecnica costruttiva paragonabile a quella occitanico-spagnola che si trova sulla catena montuosa dei Pirenei.

È presente anche un ponte ad arco in pietra, risalente intorno all'anno Mille, detto "ponte dei saraceni" o "ponte dei Ratti", che unisce il paese alla località di Campolungo attraversando il torrente Teiro.

Palestra di arrampicata[modifica | modifica wikitesto]

Il versante del M. Castellaro che affaccia verso Alpicella, la cui roccia verde (forse prasinite) compatta e ruvida permette una buona aderenza, è stato attrezzato per l'arrampicata libera. Le molte vie hanno tutti i gradi di difficoltà.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Stampa[modifica | modifica wikitesto]

A Varazze viene pubblicato il mensile "Il Giornalino di Varazze", notiziario della città di Varazze e delle sue frazioni. Il mensile, edito dal 1996, è supplemento de "Il Letimbro" mensile della diocesi di Savona-Noli. Attualmente il giornale è composto di 64 pagine in formato A4 di cui 12 a colori e ha una tiratura di 1200 copie mensili. La pubblicazione, nata da un gruppo di ragazzi al termine delle scuole Medie e del percorso catechistico, è realizzata sotto forma di volontariato, il ricavato della pubblicazione è devoluto interamente in beneficenza. Il mensile, inoltre, ogni mese dà spazio a tutte le associazioni e le realtà che operano sul territorio comunale. Peculiarità della pubblicazione è il fatto che nessuno degli articoli è firmato. I nomi dei redattori e collaboratori compaiono solo in terza pagina. A novembre 2013 ha superato i 200 numeri editi in 17 anni di pubblicazione mensile continuativa.

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Piatto tipico di Alpicella è la Zeaia, un bollito di carne di maiale, testina, manzo e gallina posto lungamente in cottura il cui brodo forma una gelatina, trasparente e saporita, che ricopre la sostanza, da mangiare fredda.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Liguria