Alpi della Lechtal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alpi della Lechtal
ContinenteEuropa
StatiAustria Austria
Catena principaleAlpi Calcaree Nordtirolesi (nelle Alpi)
Cima più elevataParseierspitze (3.040 m s.l.m.)

Le Alpi della Lechtal (in tedesco Lechtaler Alpen) sono una sottosezione delle Alpi Calcaree Nordtirolesi. La vetta più alta è il Parseierspitze[1] che raggiunge i 3.040 m s.l.m.

Si trovano in Austria (Vorarlberg e Tirolo).

Prendono il nome dalla Lechtal, valle percorsa dal fiume Lech e che le delimita a nord.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi della Lechtal secondo l'AVE sono individuate dal numero 3b.

Secondo la SOIUSA le Alpi della Lechtal sono una sottosezione alpina ed hanno la seguente classificazione:

Secondo l'AVE costituiscono il gruppo n. 3b di 75 nelle Alpi Orientali.

Delimitazioni[modifica | modifica wikitesto]

Confinano:

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Il Parseierspitze, montagna più alta.

Secondo la SOIUSA le Alpi della Lechtal si suddividono in due supergruppi, sei gruppi e diciassette sottogruppi[2]:

  • Catena del Parseier (A)
    • Catena Valluga-Stanskogel (A.1)
      • Gruppo del Valluga (A.1.a)
        • Costiera principale del Valluga (A.1.a/a)
        • Gruppo del Monzabon (A.1.a/b)
        • Costiera del Bocksbach (A.1.a/c)
        • Costiera del Krabach (A.1.a/d)
        • Costiera dello Schmalzgruben (A.1.a/e)
      • Gruppo dello Stanskogel (A.1.b)
        • Costiera principale dello Stanskogel (A.1.b/a)
        • Costiera del Vallesin (A.1.b/b)
    • Catena Feuerspitze-Freispitze (A.2)
      • Gruppo del Feuerspitze (A.2.a)
        • Costiera principale del Vorderseespitze (A.2.a/a)
        • Costiera del Feuerspitze (A.2.a/b)
        • Costiera del Rotschrofen (A.2.a/c)
        • Costiera del Fallenbacher (A.2.a/d)
      • Gruppo del Freispitze (A.2.b)
        • Costiera principale del Rotspitze (A.2.b/a)
        • Costiera del Freispitze (A.2.b/b)
    • Catena Parseierspitze-Leiterspitze (A.3)
      • Gruppo del Parseier (A.3.a)
        • Costiera del Parseier (A.3.a/a)
        • Costiera del Gatschkopf (A.3.a/b)
      • Medriol (A.3.b)
        • Costiera principale del Medriol (A.3.b/a)
        • Costiera del Kreuzjoch (A.3.b/b)
      • Gruppo del Torspitz (A.3.c)
        • Costiera del Torspitz (A.3.c/a)
        • Costiera del Ruitelspitz (A.3.c/b)
        • Costiera dello Schafkarspitz (A.3.c/c)
    • Catena Parzinn-Muttekopf (A.4)
      • Gruppo Parzinn-Steinkar (A.4.a)
        • Costiera principale dello Schlenker (A.4.a/a)
        • Costiera del Bergwerks (A.4.a/b)
        • Costiera del Kogelsee (A.4.a/c)
      • Gruppo del Lichtspitze (A.4.b)
      • Gruppo del Muttekopf (A.4.c)
        • Costiera principale del Muttekopf (A.4.c/a)
        • Costiera del Larsenn (A.4.c/b)
  • Gruppo del Namloser (B)
    • Catena Heiterwand-Wetterspitze (B.5)
      • Gruppo dell'Heiterwand (B.5.a)
        • Costiera dell'Habart (B.5.a/a)
        • Heiterwand (B.5.a/b)
        • Massiccio del Kienberg (B.5.a/c)
        • Massiccio del Rauchberg (B.5.a/d)
      • Gruppo del Rudiger (B.5.b)
      • Gruppo del Fallerschein (B.5.c)
      • Gruppo del Liegfeist (B.5.d)
    • Catena Loreakopf-Gartnerwand (B.6)
      • Loreagruppe (B.6.a)
      • Thanellergruppe (B.6.b)
      • Gartnerwandgruppe (B.6.c)

Vette[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi della Lechtal possiedono le vette più alte di tutte le Alpi Nord-orientali. Le montagne principali sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ È anche la vetta più alta di tutta la sezione alpina delle Alpi Calcaree Nordtirolesi.
  2. ^ Tra parentesi sono indicati i codici SOIUSA dei supergruppi, gruppi e sottogruppi. Si tenga presente che molti sottogruppi sono ulteriormente suddivisi in settori di sottogruppo e quindi vi è un'altra lettera nel codice.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237692766 · GND (DE4034959-7
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna