Allofane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allofane
Allophane-352375.jpg
Classificazione StrunzVIII/H.26-10
Formula chimicaAl2O3·(SiO2)1,3-2·((H2O))2,5-3
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallinoamorfo
Proprietà fisiche
Densità1,9 g/cm³
Durezza (Mohs)3
Sfaldaturada concoide a terrosa
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

L'allofane è un minerale. Deriva il suo nome dal greco allos - altro e fanos apparire, in quanto al saggio secco (arrostimento su fiamma) dava risultati ingannatori.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Amorfo, raramente si può strutturare in sferule cave composte da poliedri, assumendo una struttura simile all'imogolite.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dall'alterazione di basalti piroclastici o delle rocce ignee idrotermalizzate, dalla degradazione dei feldspati e nelle aree idrotermalizzate si riscontra tipicamente associato a depositi di rame. Nelle rocce sedimentarie si trova nei livelli carboniferi e gessosi. Può dare origine a wheathering e produrre Alloisite per risilicazione o Gibbsite per desilicazione. *

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Croste e masse ialine (incolori e trasparenti), stalattiti, aggregati botroidali. Le sue proprietà (anfotero, carica negativa, capacità di fissare il fosforo) rendono caratteristici i suoli dove è presente (andisuoli e spodosuoli).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • P. Violante, "Chimica del suolo e nutrizione delle piante", Edagricole
  • M. Gerard, G. Stoops, Allophane and palagonite: similar neoformation at low temperature, Geophysical Research Abstracts, vol. 7, (2005).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Webmin, su webmineral.com.
Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia