Alki Zei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alki Zei (in greco Άλκη Ζέη; Atene, 15 dicembre 1923[1]Atene, 27 febbraio 2020[2]) è stata una scrittrice greca di libri per ragazzi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rifugiata politica nell'Unione Sovietica dal 1954 al 1964, tornò poi in Grecia, ma dovette lasciare di nuovo il paese d'origine durante la Dittatura dei colonnelli trasferendosi a Parigi prima di tornare definitivamente in Grecia nel 1974[3].

Esordì nel 1963 con La tigre in vetrina e in seguito pubblicò numerose opere destinate ai ragazzi affrontando il tema dell'esilio e della difficoltà nei rapporti tra giovani e adulti[4].

Tra i riconoscimenti ottenuti si ricorda il Premio letterario Giuseppe Acerbi nel 2002 con La fidanzata di Achille[5] e un Premio Andersen 2007 con La tigre in vetrina[6].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • La tigre in vetrina (Το καπλάνι της βιτρίνας, 1963), Torino, Einaudi, 1989 traduzione di Marisa Aboaf Lorenzi ISBN 88-06-11453-0. - Nuova ed. Milano, Salani, 2006 traduzione di Marisa Aboaf Lorenzi ISBN 88-8451-475-4.
  • La storia di Petros (Ο μεγάλος περίπατος του Πέτρου, 1971), Milano, Mondadori, 1991 traduzione di Francesca Cavattoni ISBN 88-04-34481-4.
  • Αρβυλάκια και γόβες (1975)
  • Ο θείος Πλάτων (1975)
  • Vicino ai binari: infanzia in Lituania (Κοντά στις ράγες, 1977), Torino, Petrini, 1991 traduzione di Maria Gabriella Marinelli
  • Μια Κυριακή του Απρίλη (1978)
  • Τα παπούτσια του Αννίβα (1979)
  • La fidanzata di Achille (Η αρραβωνιαστικιά του Αχιλλέα, 1987), Milano, Crocetti, 1998 traduzione di Lucia Marcheselli Loukas ISBN 88-8306-002-4.
  • L'ombrello viola (Η μωβ ομπρέλα, 1989), Milano, Mondadori, 2004 traduzione di Roberta Cercenà ISBN 88-04-53053-7.
  • Η Αλίκη στη χώρα των μαρμάρων (1990)
  • Ματίας (1993)
  • Σπανιόλικα Παπούτσια (1994)
  • Microragionamenti (Γατοκουβέντες, 1996), Monselice, Camelozampa, 2012 traduzione di Tiziana Cavasino ISBN 978-88-906105-6-1.
  • Νεανική Φωνή (1996)
  • Η δωδέκατη γιαγιά και άλλα.. (1998)
  • Η Κωνσταντίνα και οι αράχνες της (2002)
  • Il nonno bugiardo (Ο Ψεύτης Παππούς, 2007), Monselice, Camelozampa, 2018 traduzione di Tiziana Cavasino ISBN 978-88-99842-13-0.
  • Με μολύβι φάμπερ νούμερο δύο (2013)
  • Πόσο θα ζήσεις ακόμα, γιαγιά; (2017)
  • Ένα παιδί από το πουθενά (2019)

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • Rose di Grecia: racconti di scrittrice greche di AA. VV., Roma, edizioni E/O, 1997 a cura di Luigina Giammatteo ISBN 88-7641-316-2.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio letterario Giuseppe Acerbi: 2002 vincitrice con La fidanzata di Achille
  • Premio Andersen: 2007 vincitrice nella categoria "Miglior libro oltre i 12 anni" con La tigre in vetrina
  • Prix des étudiants francophones: 2010 vincitrice con Il nonno bugiardo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Thema Newsroom, Children’s writer Alki Zei dies at 97, su en.protothema.gr, 28 febbraio 2020. URL consultato il 7 marzo 2020.
  2. ^ (EN) Tasos Kokkinidis, Internationally Renowned Greek Author Alki Zei Dies, su greece.greekreporter.com, 28 febbraio 2020. URL consultato il 3 marzo 2020.
  3. ^ Addio alla scrittrice greca Alki Zei, su illibraio.it, 2 marzo 2020. URL consultato il 3 marzo 2020.
  4. ^ Pagina dedicata all'autrice, su treccani.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  5. ^ (EN) Albo d'oro, su goodreads.com. URL consultato il 3 marzo 2020.
  6. ^ Alki Zei delle favole, su puntogrecia.gr, 4 aprile 2013. URL consultato il 3 marzo 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95215595 · ISNI (EN0000 0000 7246 2176 · LCCN (ENn50061995 · GND (DE122841972 · BNF (FRcb119296301 (data) · BNE (ESXX902734 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n50061995