Alice Kober

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alice Kober (New York, 23 dicembre 1906New York, 16 maggio 1950) è stata un'accademica statunitense nota per aver scoperto che la scrittura lineare B fosse un linguaggio flesso.

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di immigrati ungheresi, Kober è nata a Yorkville, un quartiere di Manhattan nell'Upper East Side. Ha frequentato l'Hunter College High School e nell'estate del 1924 si è classificata terza in un concorso per borse di studio a New York. Il premio 100 dollari all'anno l'ha aiutata a frequentare l'Hunter College, [1] dove si è laureata in latino, è stata ammessa al Phi Beta Kappa e si è laureata con lode. [2] Ha conseguito un master in studi classici alla Columbia University nel 1929 e un dottorato di ricerca nel 1932. [3]

Mentre lavorava al suo dottorato Kober insegnò al Hunter High e al Hunter College e nel 1930, divenne assistente professoressa di studi classici al Brooklyn College, dove rimase per il resto della sua carriera. [4] Nel campus condivideva un ufficio con altri quattro membri della facoltà e ha fatto parte di commissioni standard. Dopo aver imparato Braille, ha anche realizzato libri di testo, materiali di biblioteca ed esami finali per studenti non vedenti al Brooklyn College. [5] Kober ha vissuto con la madre vedova e, finora che si sappia non ha mai avuto un partner. [6]

Lineare B[modifica | modifica wikitesto]

A partire dagli anni '30 Kober studiò privatamente la lineare B, ancora una scrittura non decifrata di una lingua egea non identificata della Età del Bronzo, mantenendo enormi statistiche su 180.000 carte tagliate a mano e tabulazioni in quaranta blocchinote. [7] Kober ha creato una sorta di "database con i fori che segnano i parametri su cui i dati possono essere ordinati." [8] Padroneggia anche una serie di lingue, antiche e moderne, tra cui ittite, antico irlandese, accadico, tocarico, sumero, antico persiano, basco e cinese. Dal 1942 al 1945, mentre insegnava a tempo pieno a Brooklyn, andava ogni settimana in treno a Yale per prendere lezioni di sanscrito avanzato. Ha anche studiato archeologia sul campo in New Mexico. [9]

Nel 1946 Kober ricevette il Guggenheim Fellowship che gli permise di studiare per un anno il lineare B a tempo pieno. [10] Facendo la conoscenza di John Linton Myres, ottenne l'accesso a molte altre iscrizioni in linearieB raccolte dall'archeologo di Cnosso Arthur Evans e copiate a mano la maggior parte di esse a Oxford University nel 1947. [11] La principale scoperta di Kober fu che la lineare B era un linguaggio flesso, difficile da scrivere in una scrittura sillabica. [12]

Ulteriori progressi nel decifrare la lingua furono ritardati dai suoi doveri di insegnamento rinnovati e dal lavoro ingrato di correzione di bozze e correzione di Scripta Minoa di Myres. [13] Fumatrice accanita, Kober morì, probabilmente di cancro , nel 1950 all'età di 43 anni. [14] Dopo la sua morte l'architetto Michael Ventris ha costruito sul lavoro di Kober e con alcune ipotesi ad essa ispirate decifrò la scrittura nel 1952, stabilendo che era greco miceneo. [15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fox, p. 90.
  2. ^ Margalit Fox, The Riddle of the Labyrinth , capitolo quattro, posizione 1149 dell'edizione Kindle
  3. ^ Fox, p. 91.
  4. ^ Fox, p. 91
  5. ^ Fox, pp. 109-100.
  6. ^ Fox, p. 92.
  7. ^ Fox, 93, 104-06.
  8. ^ Fox , p. 108.
  9. ^ Fox, p. 115.
  10. ^ Fox, p. 113.
  11. ^ Fox, p. 128.
  12. ^ Fox, p. 134.
  13. ^ Fox, 178.
  14. ^ Fox, 191. Un cugino molto più giovane disse che in famiglia si era sussurrato che era morta per una rara forma di cancro allo stomaco.
  15. ^ Alex Gallafent, Alice Kober: Unsung heroine who helped decode Linear B, in BBC News, 5 giugno 2013. URL consultato il 5 giugno 2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN91644927 · ISNI (EN0000 0000 6488 8564 · LCCN (ENno2013051118 · GND (DE1041980531 · NLA (EN35162856 · WorldCat Identities (ENno2013-051118