Braille

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un bassorilievo con la scritta in braille "PREMIER" viene letto da una persona che vi passa sopra le dita

Il Braille è un sistema di lettura e scrittura tattile a rilievo per non vedenti e ipovedenti, messo a punto dal francese Louis Braille nella prima metà del XIX secolo.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Consiste in simboli formati da un massimo di sei punti, disposti su una matrice 3 x 2 e con ciascuna casella solitamente della grandezza di circa 3 × 2 millimetri o più. Tali punti possono essere impressi con un punteruolo su fogli di carta spessa o di plastica, oppure essere riprodotti a rilievo su superfici plastiche o metalliche.

Per identificare ciascuno dei sei punti della matrice 3 × 2, si procede nel modo seguente[1]:

  • punto 1 - punto in alto a sinistra
  • punto 2 - punto centrale a sinistra
  • punto 3 - punto in basso a sinistra
  • punto 4 - punto in alto a destra
  • punto 5 - punto centrale a destra
  • punto 6 - punto in basso a destra

Per esempio:

  • per rappresentare la lettera A, viene posto in rilievo il punto 1
  • per rappresentare la lettera B, vengono posti in rilievo i punti 1 e 2
  • per rappresentare la lettera C, vengono posti in rilievo i punti 1 e 4, ecc.
  • le prime dieci lettere, da A a J, vengono rappresentate utilizzando solo i punti 1, 2, 4, 5
  • le seconde dieci lettere, da K a T, utilizzano rispettivamente gli stessi punti delle prime dieci lettere, da A a J, con l'aggiunta del punto 3 in rilievo
  • le lettere U, V, X, Y, Z utilizzano rispettivamente gli stessi punti delle lettere A, B, C, D, E con l'aggiunta dei punti 3 e 6 in rilievo; la lettera W, invece, utilizza gli stessi punti della lettera J con l'aggiunta del punto 6 in rilievo
  • per rappresentare un numero, le cifre 1, 2, 3, .... 0 vengono rappresentate in modo identico, rispettivamente, alle lettere A, B, C, .... J, ma tutte cifre vengono precedute dal carattere segnanumero, ottenuto ponendo in rilievo i punti 3, 4, 5, 6

I caratteri di questo sistema segno-grafico possono anche essere riprodotti mediante una macchina detta "dattilobraille". Questa macchina è formata principalmente da sei tasti per cui ogni tasto imprime un punto sulla carta più il tasto spazio per separare le varie parole. Con la "dattilobraille" il non vedente è in grado di sentire immediatamente ciò che scrive mentre usando un normale foglio e la tavoletta Braille, il cieco scrive sulla facciata opposta rispetto a quella di lettura (il lato in rilievo).

Numerazione dei punti Braille.

Il sistema Braille è utilizzato anche in informatica: i display tattili (display braille) riproducono, tuttavia, caratteri a otto punti[2], vista la grande quantità di caratteri informatici, per i quali le combinazioni disponibili con soli sei punti non sarebbero sufficienti, consentendo a un non vedente di leggere i contenuti che appaiono sullo schermo di un calcolatore.

Lettere e numeri, alfabeto internazionale[modifica | modifica wikitesto]

I caratteri braille standard a livello internazionale sono i seguenti:

La corretta scrittura di un numero, a una o più cifre, prevede che la prima cifra sia preceduta dal carattere "segna numero" e l'ultima sia seguita da uno spazio.

Altri caratteri speciali[modifica | modifica wikitesto]

A causa del limitato numero di simboli disponibili nell'alfabeto braille (solo 64 ovvero 26, incluso lo spazio), esistono diversi significati per ogni carattere, a seconda dell'argomento trattato e del linguaggio usato. Per esempio, il Braille si adatta anche a rappresentare musica, matematica e chimica.

Il Braille è stato inoltre adattato anche a scritture diverse da quella latina.

Utili strumenti per lo studio dell'aritmetica basati sul sistema di scrittura Braille sono il cubaritmo e la dattiloritmica.

Unicode[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Braille (blocco Unicode).

Il codice Braille fu aggiunto allo standard Unicode nel settembre 1999 con la versione 3.0.

La maggior parte dei caratteri Braille e degli schermi Braille aggiornabili non supportano Unicode, usando invece i sei punti del codice Braille ASCⅡ.
Alcuni software di scrittura Braille hanno codici di controllo per il Braille ad 8 punti o per la modalità grafica completa, dove i punti possono essere posti in qualsiasi parte della pagina senza lasciare spazi tra celle Braille in modo che linee continue possano essere disegnate nei diagrammi, ma sono usate raramente e non sono standard.

Numerazione dei punti Braille.
Valore esadecimale dei punti Braille.

Lo standard Unicode codifica glifi Braille ad 8 punti in base al loro aspetto binario, anziché seguendo l'ordine numerico ad essi assegnato.
Il punto 1 corrisponde al bit meno significativo del byte basso del valore scalare di Unicode ed il punto 8 al bit più alto di quel byte.

Il blocco Unicode per il codice Braille è U+2800 ... U+28FF:

Tabella blocco Unicode[modifica | modifica wikitesto]

Braille (blocco Unicode)[Unicode 1]
carta dei codici dal sito ufficiale di Unicode (PDF)
  0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 A B C D E F
U+280x
U+281x
U+282x
U+283x
(fine dei glifi Braille a 6 punti)
U+284x
U+285x
U+286x
U+287x
U+288x
U+289x
U+28Ax
U+28Bx
U+28Cx
U+28Dx
U+28Ex
U+28Fx
Note
  1. ^ A partire dalla versione 11.0 di Unicode

Tabella in ordine alfabetico[modifica | modifica wikitesto]

Carattere Braille Carattere corrispondente Unicode esadecimale Unicode decimale
A, 1 ⠁ ⠁
B, 2 ⠃ ⠃
C, 3 ⠉ ⠉
D, 4 ⠙ ⠙
E, 5 ⠑ ⠑
F, 6 ⠋ ⠋
G, 7 ⠛ ⠛
H, 8 ⠓ ⠓
I, 9 ⠊ ⠊
J, 0 ⠚ ⠚
K ⠅ ⠅
L ⠇ ⠇
M ⠍ ⠍
N ⠝ ⠝
O ⠕ ⠕
P ⠏ ⠏
Q ⠟ ⠟
R ⠗ ⠗
S ⠎ ⠎
T ⠞ ⠞
U ⠥ ⠥
V ⠧ ⠧
W ⠺ ⠺
X ⠭ ⠭
Y ⠽ ⠽
Z ⠵ ⠵
Segna numero ⠼ ⠼
Segna maiuscolo ⠨ ⠨
À ⠷ ⠷
È ⠮ ⠮
É ⠿ ⠿
Ì ⠌ ⠌
Ó, Ò ⠬ ⠬
Ù ⠾ ⠾
' (Apostrofo) ⠄ ⠄
Punto di sospensione o abbreviazione ⠄ ⠄
. (Punto fermo) ⠲ ⠲
, (Virgola) ⠂ ⠂
: (Due punti) ⠒ ⠒
; (Punto e virgola) ⠆ ⠆
? (Punto interrogativo) ⠢ ⠢
! (Punto esclamativo) ⠖ ⠖
« (Virgolette apertura) ⠦ ⠦
» (Virgolette chiusura) ⠴ ⠴
(, ) (Parentesi aperte o chiuse, letterario) ⠶ ⠶
* (Asterisco) ⠔ ⠔
- (Trattino, vai a capo) ⠤ ⠤

Come si evince da queste tabelle, nel blocco Unicode, le posizioni da U+2800 (decimale 10240) a U+283F (decimale 10303) sono associate ai caratteri Braille a 6 punti, ossia ai caratteri corrispondenti a tutte le 26 = 64 possibili combinazioni disponibili con 6 punti. Invece, le posizioni successive, da U+2840 (decimale 10304) a U+28FF (decimale 10495), sono associate ai caratteri Braille a 8 punti, ossia ai caratteri corrispondenti a tutte le combinazioni disponibili anche con il settimo e l'ottavo punto, escludendo le combinazioni che erano già presenti nella sequenza precedente per i primi 6 punti. In sintesi, considerando complessivamente tutte le posizioni di entrambe le sequenze, le quali coprono l'intero blocco, ossia tutte le posizioni da U+2800 (decimale 10240) a U+28FF (decimale 10495), vengono considerate tutte le 28 = 256 possibili combinazioni disponibili con 8 punti.

Alfabeto cirillico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Alfabeto cirillico.
La "versione" in Braille dell'alfabeto cirillico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Codice Braille (PDF), su latemar.science.unitn.it. URL consultato il 10 febbraio 2019.
  2. ^ Design and Developing Methodology for 8-dot Braille Code Systems, su researchgate.net. URL consultato il 10 febbraio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh94008942 · GND (DE4145976-3