Alberto Salietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alberto Salietti (Ravenna, 1892Milano, 1961) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Ravenna il 15 marzo 1892, figlio e nipote di decoratori murali. Dopo aver iniziato a lavorare con il padre, frequenta fino al 1914 l'Accademia di Brera, ove ha come maestri Cesare Tallone e Mentessi. Dopo aver partecipato alla Prima guerra mondiale, riprende la sua attività, esponendo dal 1920 alle Biennali di Venezia. È uno dei fondatori del "Novecento Italiano". I suoi principali soggetti sono paesaggi, ritratti e nature morte. Ha opere in pubbliche gallerie: a Roma (Galleria nazionale d'arte moderna), Firenze, Milano, Torino, Berlino, Zurigo, Monaco, Berna, Montevideo, Cleveland, Mosca, Parigi, Varsavia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

U. Nebbia, A. S., Milano 1925; P. Torriano, Il pitt. A. S., in Pan, II (1934), p. 85 e segg.; L. Servolini, in Thieme-Becker, Künstler-Lexikon XXIX, Lipsia 1935 (con bibliografia).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN20482829 · ISNI (EN0000 0000 6634 2880 · SBN IT\ICCU\CFIV\014328 · LCCN (ENn88196908 · GND (DE119093073 · ULAN (EN500082921 · BAV ADV11895863